Pianetadonna

Coniglio alla Ischitana

Autore: | Categoria: Ricette Campania, Secondi di Carne, Secondi Piatti, Ultimi Post | Tag: coniglio all'ischitana, cucinare il coniglio, ricette per il coniglio | Categoria Principale: Ricette Campania

Ingredienti

  • un coniglio intero
  • 10 pomodori
  • una testa d'aglio intera
  • prezzemolo
  • basilico
  • timo
  • rosmarino
  • peperoncino
  • 2 dl di vino bianco secco
  • 40 gr di strutto
  • 1,5 dl olio
  • brodo
  • sale
  • pepe
Guarda altre ricette con:coniglio
  • Tempo Preparazione:
  • Tempo Cottura:
  • Tempo Riposo:
    2 ore per la marinatura
  • Dosi:
    6 Persone
  • Difficolta':
    Impegnativa
  • Costo:
    Alto

Ischia è un’isola veramente fantastica. Passarci dei giorni di vacanza è sempre piacevole e ogni volta si scoprono degli scorci e dei posti che non si è riusciti a vedere la volta prima.

Quest’anno, consigliati da un amico partenopeo, siamo approdati (mai termine fu più azzeccato) alla Taverna da Pietropaolo detto Stalino. Questa trattoria, per chi è pratico di Ischia, si trova dentro una gola sulla Spiaggia dei Maronti ed è raggiungibile con un taxi boat che si prende dal molo di  Sant’Angelo.

Da Pietropaolo sembra di stare a cena dalla propria nonna. Tovaglie, stoviglie e ambiente ultrafamiliare e piatti di una bontà assoluta. Un’esperienza culinaria che consigliamo a chiunque passi una vacanza nell’isola campana.

Alla Taverna di Stalino abbiamo provato il simbolo della cucina ischitana ossia il Coniglio all’Ischitana. Bisogna ordinarlo quando si prenota, perchè la ricetta originale prevede una preparazione abbastanza lunga. La particolarità di questa ricetta sta soprattutto nella materia prima. I conigli dell’isola sono detti da fossa, poichè allevati in buche profonde (3/4 metri) dove possono scavare e muoversi in lunghi cunicoli. Questo conferisce alle carni del coniglio maggior sapore e consistenza rispetto ai conigli allevati nelle gabbie.

Procedimento

La ricetta originale vuole che il coniglio venga preparato con tutte le interiora, per cui prendete il coniglio, spellatelo, togliete intestini e fegato e fatelo a pezzi. Mettete da parte le interiora. Sciacquate i pezzi ottenuti con il vino bianco. Se avete più tempo, potete farli marinare nel vino per circa 2 ore.

In una casseruola, la tradizione impone che sia di terracotta, fate soffriggere la testa d’aglio e il peperoncino, quando l’aglio sarà imbiondito toglietelo e fate rosolare i pezzi di coniglio.

Per un risultato migliore, rosolate pochi pezzi alla volta, mettendoli una volta dorati da una parte. Terminati tutti i pezzi, riuniteli insieme nel tegame di terracotta, aggiungete il vino, salate e fate cuocere per circa 30 minuti a fuoco moderato. Se si dovesse seccare troppo aggiungete di tanto in tanto del brodo.

Aggiungete ora i pomodori sgocciolati tagliati a pezzi, tutte le spezie, lo strutto e le interiora. Salate e pepate. Fate cuocere per un altro quarto d’ora a fuoco lento. Girate di tanto in tanto. Il segreto in questa fase sta nel far tirare bene il sugo, fino quasi a far attaccare il coniglio al tegame, per aggiungere poi qualche minuto prima di spegnere il fuoco del brodo che renda il sugo denso e consistente, col quale poi si possono preparare degli strepitosi bucatini, ma questa è un’altra storia…

Siete pronti per servire. La tradizione lo vuole accompagnato dalle patate fritte e dall’insalata mista, proprio come ce l’hanno servito da Pietropaolo ai Maronti e dove se volete mangiarlo come in nessun’altra parte dovete andare. Questi sono i suoi riferimenti:

Taverna Pietropaolo detto Stalino
Spiaggia dei maronti – sant’angelo d’ischia
80070 – Serrara fontana (NA)
tel: 081.905870

Se non vi piace il coniglio, potete sostituirlo anche con un buon pollo ruspante. Per rendere la ricetta un pò più leggera potete evitare di mettere lo strutto.

Ricetta coniglio ischitana

Ingredienti principali della ricetta:
  • coniglio

10 Commenti

  1. OLIVO23/09/2014 a 18:32Rispondi

    OTTIMO IN PARTICOLARE DOPO LA SPIGAZIONE DELLE ORIGINI
    DA PARTE DELLA GUIDA GIOVANNI ” DETTO DA LUI IL TUNISINO” DURANTE UNA VISITA DELL’ISOLA

  2. Rosa21/02/2014 a 09:29Rispondi

    ci sono stata anche io al ritorante Stalinoe devo dire la verità non solo il coniglio era ottimo ma anche tuto il resto.
    avrei una domanda per la ricetta del coniglio,ma i pomodori devono essere quelli pelati o anche i pomodorini pachino?

    grazie anticipatamente

    • Giulio Rossi21/02/2014 a 12:19RispondiAutore

      Vanno bene entrambi.

    • Giulio Rossi21/02/2014 a 12:20RispondiAutore

      Stalino è qualcosa di eccezionale, solo chi ha avuto la fortuna di andarci può capirlo. Spero di tornarci prestissimo.

  3. Giuseppe Allevato09/02/2014 a 13:05Rispondi

    Mi sembra la migliore ricetta per il coniglio all’ischitana

  4. Nicola04/01/2014 a 00:15Rispondi

    Mi chiamo Nicola Sono un pugliese che ama questo posto, quest’anno ci sono ritornato alla Taverna da Pietropaolo detto Stalino, con mia moglie e amici che non conoscevano questa taverna. Sono rimasti molto contenti, tutto questo in un ambiente pulito tutto familiare, con una gentilissima accoglienza.
    Per quando riguarda il suo coniglio….. che delizia, mi alzerei di notte per rubarne qualche pezzo. GRAZIE STALINO a presto.

  5. sergio10/10/2012 a 22:40Rispondi

    mangiato al Focolare di casamicciola.fantastico!!!! fatto senza strutto da mia moglie:gustoso.GRAZIE

    • admin11/10/2012 a 09:30Rispondi

      Grazie a te Sergio, ma soprattutto brava tua moglie!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Cerca la tua ricetta



Cerca la tua ricetta

Crostata di mele della nonna

Torta cuor di mela

Cornetti salati alla pizzaiola

Sformato di zucchine

Patate ripiene al prosciutto

Canelloni di melanzane