Gubana

di in Dolci di Natale

La Gubana è un tipico dolce friulano dei periodi di grande festa, Natale, Pasqua, matrimoni e sagre paesane. E’ un dolce a base di pasta lievitata con un ripieno biscotti secchi e frutta secca, il tutto impreziosito da grappa o rum. Da dolce di origine locale si è diffuso in tutto il Friuli e in tutto il periodo dell’anno. Facendo riferimento alla sua forma, il suo nome deriva dallo sloveno “guba”, ovvero piega, in quanto questo dolce nacque proporio nelle Valli del Natisone, al confine con la Slovenia.

Ingredienti

per l’impasto lievitato

  • 250 gr di farina 00
  • 50 gr di farina di manitoba
  • 1 cucchiaino di lievito secco di birra
  • 2 cucchiai di grappa
  • 100 ml di latte più un po’ se necessario
  • 1 uovo
  • 40 gr burro morbido a temperatura ambiente
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale

per il ripieno

  • 70 gr di noci
  • 70 gr di uva passa
  • 50 gr di nocciole tostate senza pelle
  • 50 gr di pinoli
  • la scorza di un limone
  • la scorza di un’arancia
  • 100 gr di biscotti secchi o amaretti
  • 1 (60 ml) bicchierino di rum

per decorare

  • 1 albume
  • zucchero semolato

per servire

  • grappa alle prugne
  • Tempo Preparazione:
    120 Minuti
  • Tempo Cottura:
    40 Minuti
  • Dosi:
    10 Persone
  • Difficolta:
    Impegnativa

Procedimento

La sera prima preparate il ripieno: ammollate l’uva passa nel rum assieme alla scorza di limone e d’arancia grattugiate.

Tritate al coltello le noci e le nocciole, tostate i pinoli e tritate i biscotti. Radunate il tutto, compreso il rum, in una ciotola e mescolate fino a quando il composto non risulterà ben umido e amalgamato. Se necessario, aggiungete ancora un po’ di liquore. Riponete poi una notte in frigo a riposare.

Il giorno seguente preparate l’impasto: in una ciotola separata, sbattete l’uovo intero assieme al burro ammorbidito, allo zucchero, alla grappa e al latte.

Versate in una ciotola o nella planetaria le due farine mescolate al lievito. Aggiungete gradatamente la parte liquida amalgamata in precedenza. Mescolate o azionate la planetaria al livello più basso di velocità, quindi aggiungete il sale e impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio. Formateci una palla, riponetela in una ciotola, coprite e lasciate lievitare per 3 ore in un luogo caldo e lontano da correnti d’aria.

Se avete a disposizione una macchina del pane, versate nel cestello della vostra macchina del pane in composto liquido. Versate poi le farine miscelate e il lievito. Selezionate il programma “solo impasto”. Dopo 3 minuti d’impasto aggiungete il sale.

Una volta lievitato l’impasto, infarinate la spianatoia e tirate la pasta con un mattarello. Dovrete formare un cerchio dello spessore di circa mezzo centimetro. Spalmate poi il ripieno su tutta la superficie del cerchio di pasta. Arrotolate il tutto ben stretto fino ad ottenere un salsicciotto. Per ottenere la tipica forma della gubana, arrotolate il salsicciotto ottenuto a chiocciola.

Rivestite una teglia con della carta forno e adagiateci la gubana appena formata. Copritela con un telo e lasciatela lievitare per 2 ore al caldo, al riparo da correnti d’aria.

Sbattete un bianco d’uovo con una forchetta. Spennellate la gubana con il bianco d’uovo e spolveratela con lo zucchero semolato. Lasciatela poi riposare una decina di minuti.

Scaldate il forno a 200 °C in modalità statico. Infornate la gubana e cuocetela a 200 °C per i primi 15 minuti. Poi proseguite la cottura a 180 °C per altri 15 – 20 minuti. Fate la prova stecchino per controllare la cottura.

Una volta cotta, lasciate raffreddare la gubana su una gratella. Si consiglia di consumarla il giorno dopo, quando tutti i sapori e i profumi si saranno ben amalgamati. Servitela bagnata con un po’ di grappa alle prugne.

Gubana friulana


Aggiungi commento

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1
cerchieri renzo

grazie !

2

en français cela serait mieux

3
Roberto Lirusso

Molto buona,spettacolo

Autore4
Roberto Gracci

Muchas gracias!

5
Leonorcita22

Muy buenas las recetas della nonna. He aprendido mucho.