Scrippelle ‘mbusse’ (Crespelle in brodo)

Dopo una giornata sulla neve delle montagne abruzzesi, un piatto caldo ti avvicina ancora di più al cielo.

Siamo a L’Aquila, una simpatica mamma ci invita a pranzo e ci manda a dire che sta preparando le crepes in brodo.. non possiamo rifiutare.

per 4 persone: 20 crepes | 100 gr di parmigiano grattuggiato  Per il brodo: 1 gallina da 600-800 gr | 2 litri di acqua |1 cipolla bianca di grandezza media |1 costa di sedano |1 carota | qualche rametto di prezzemolo

Preparazione:

Iniziate preparando il brodo. Mettere le verdure pulite nella pentola insieme alla gallina spellata dalla quale sarà stato eliminato il grasso visibile. Aggiungere l’acqua e portare ad ebollizione. Dopodiché abbassare la fiamma e lasciare sul fuoco per circa 2  ore.

Al termine della cottura rimuovere le verdure e la gallina e passare il brodo.

Procedete nella preparazione del piatto stendendo le crepes su una superficie piana e spolverandole  generosamente sul lato a vista con il parmigiano. Arrotolare la sfoglia in maniera molto stretta come a formare un involtino. Riporre 5 crepes per ogni piatto che dovrà essere riempito con abbondante brodo appena tolto dal fuoco. Ancora una spolverata di parmigiano e  servite a tavola.

P.S.  Il piatto fondo è d’obbligo, meglio se senza bordo e di colore chiaro. Per tenergli compagnia non so quale vino scegliere, direi un bicchiere  di Monte Pulciano d’Abruzzo, per far onore a questa regione.. Ma se la pensate diversamente fatevi avanti con qualche consiglio, non avete che da scriverci.

L’acqua in cui immergerete la gallina e le verdure, per la preparazione del brodo, deve essere necessariamente fredda. Solo iniziando a cuocere nell’acqua fredda la gallina farà uscire i suoi succhi che daranno corpo e sapore al brodo.

2 Commenti

  1. Max Aureli16/02/2009 a 08:35Rispondi

    Luca sicuramente hai ragione, io li faccio con il parmigiano e sono ottimi, ma questa del pecorino è una bella sfida! Ti farò sapere.. ci sentiamo presto grazie.

  2. Luca Murgia13/02/2009 a 23:00Rispondi

    Mia nonna (abbruzzese) usava una miscela fatta da 50% parmigiano e 50% pecorino insieme ad una generosa dose di pepe
    Penso che originariamente perà si usasse solo il pecorino.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Omini di pan di zenzero

Biscotti omini di pandizenzero

Antipasti per Natale e Capodanno

Antipasti freddi di Natale e Capodanno

Arrosti di Natale

Arrosti di Natale

Ricette di pesce di Natale e Capodanno

30 Ricette di pesce per Natale e Capodanno

Dolci di Natale

10 dolci di Natale più buoni

Salame al cioccolato

Salame al cioccolato