Ciambella con pane raffermo e nocciole

di in Dolci e dessert

Una ciambella che da la possibilità di riutilizzare il pane rimasto e di essere reinventato con tutti gli ingredienti che preferite; potete aggiungere infatti frutta secca, mele, pere, cioccolato, cacao o cocco.

In questa ricetta del “recupero” non cè farina e il risultato è una morbida torta che conserva intatta la sua fragranza anche per 4 giorni.

Ingredienti

  • 100 gr di pane raffermo a pezzi (o 100 gr di pangrattato)
  • 50 gr di amaretti
  • 100 gr di nocciole tostate
  • 3 uova
  • 120 gr di zucchero semolato
  • 50 ml di liquore (rum o amaretto)
  • 50 ml di caffè freddo (una tazzina)
  • 80 gr di burro
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • Tempo Preparazione: 15 Minuti
  • Tempo Cottura: 45 Minuti
  • Dosi: 8 Persone
  • Difficoltà: Facile

Procedimento

Scaldate il fono a 180 °C. In un mixer radunate il pane raffermo, gli amaretti e le nocciole. Frullate il tutto finemente in modo da ottenere una polvere abbastanza fine. Aggiungete il liquore, il caffè freddo frullate nuovamente in modo che il composto si inumidisca in modo uniforme. A parte fate fondere il burro a bagnomaria.

Sgusciate le uova e montatele con le fruste elettriche assieme allo zucchero. Aggiungete il burro fuso e, sempre montando, il composto inumidito di pane, amaretti e nocciole. Ultimate aggiungendo il lievito.
Imburrate una teglia per ciambelle dal diametro di 24 cm. Versate l’impasto e infornate a forno caldo.

Cuocete la ciambella al pane raffermo e nocciole per 40 – 45 minuti. Fate la prova stecchino per controllare il grado di cottura.

Una volta cotta, lasciate riposare 10 minuti la ciambella a temperatura ambiente prima di sformarla e farla raffreddare su una gratella. Una volta fredda è ottima se servita con un ricciolo di panna montata.

Il caffè e il liquore possono essere sostituiti dalla stessa quantità di latte.

Foto ciambella con pane raffermo