Come scegliere l’estrattore migliore

di in Quale modello comprare

Una delle migliori invenzioni degli ultimi anni nel campo culinario è senza dubbio l’estrattore di succo. Questo elettrodomestico è in grado estrarre il succo dalla frutta, rendendo ancor più fruibile l’assimilazione di vitamine e sali minerali.

L’estrattore di succo è uno strumento in grado di aiutare anche i bambini e tutte quelle persone in generale che faticano a inserire la frutta e la verdura nelle proprie diete. In questo modo non si dovrà più rinunciare a tutti i principi benefici in esse contenuti.

Secondo gli esperti è consigliato assumere almeno 400 grammi al giorno di frutta e di verdura (ovvero cinque porzioni) ma tra la vita frenetica e le difficoltà di reperimento di questi alimenti se ne consuma, purtroppo, sempre meno.

Inserire nella dieta quotidiana frutta e verdura, meglio ancora se di stagione, aiuta ad aumentare le difese immunitarie e a proteggere l’organismo da determinate malattia. Grazie all’estrattore, inoltre, è possibile assumere anche quella frutta e quella verdura che solitamente si fa fatica a digerire in quanto bevendone il succo la durata della fase digestiva è sensibilmente ridotta, mentre l’assorbimento delle sostanze nutritive risulta addirittura triplicato.

Un’altra nota positiva degli estrattori è che lavorano a freddo, rilasciando il succo senza il rischio di distruggere gli enzimi a cause delle alte temperature. Prima di acquistare un estrattore è bene capirne il funzionamento in modo da scegliere il modello che più si adatta alle proprie esigenze.

Il funzionamento dell’estrattore

Una grande importanza ha il motore che può essere a induzione AC o a spazzole DC; la prima opzione risulta essere la migliore in quanto limita la velocità di estrazione a 40/80 rpm; per contro le spazzole, girando, tendono a riscaldarsi a causa della forza d’attrito e quindi a usurarsi prima.

Esistono poi diversi tipi di coclea: singola orizzontale, singola verticale e a doppio albero orizzontale. La prima è generalmente montata su estrattori sofisticati e serve ad estrarre il succo da verdura a foglia e da frutti piccoli come i ribes o i mirtilli.

Le coclee verticali sono montate sugli estrattori di ultima generazione e risultano molto comode in quanto occupano meno spazio risultando quindi meno ingombranti anche se più scomode da pulire. Non sono adatte per lavorare le verdure a foglia quindi è bene conoscere questo particolare prima di acquistare un estrattore di questo tipo.

L’ultimo tipo di coclee sono le più costose, ma sono anche quelle che hanno la resa migliore in quanto permettono una grande varietà di utilizzo.

Da tenere in considerazione il fatto che un estrattore è considerato di ottima qualità in base alla velocità di rotazione: i modelli migliori e più performanti sono quelli che lavorano a bassa velocità e che permettono quindi un’estrazione lenta e pura.

I cinque migliori estrattori secondo Ricette della Nonna

Kenwood PureJuice JMP601SI

Tra i migliori estrattori presenti oggi sul mercato questo modello di Kenwood rappresenta sicuramente un ottimo acquisto potenziale. È un modello verticale di 41 cm che pesa 4,4 kg, quindi abbastanza maneggiabile e facilmente riponibile.

La tramoggia ha uno spessore di 4,5 cm, quindi è necessario tagliare gli alimenti in pezzetti piccoli per ottenere un estratto quanto più puro possibile. La coclea ruota a una velocità di 60 giri al minuto. Non ci sono più livelli di velocità, ma è possibile cambiare il senso della rotazione in modo da ottimizzare al massimo la quantità di succo estratto.

Il pratico beccuccio antigoccia è molto utile per evitare di sporcare il piano da lavoro, così come i piedini antiscivolo che non fanno muovere l’estrattore durante la lavorazione. In dotazione ci sono due caraffe da 1 e 1,3 lt rispettivamente per il succo e la polpa.

Questo estrattore è molto silenzioso con rumorosità massima di 50 dB. Da segnalare è la funzione di pulizia automatica; i vari pezzi possono essere smontati e lavati comodamente in lavastoviglie. In dotazione è fornito anche uno spazzolino con il quale eseguire una pulizia preliminare al lavaggio, un filtro a grana fine per i succhi e uno per i sorbetti, oltre a un comodo ricettario.

Il prezzo va da 134 a 170 euro.

Kenwood PureJuice Pro JMP800SI

Il modello Pro della Kenwood è tra i più venduti degli ultimi anni. A questo successo contribuiscono l’alta qualità dei materiali, la capacità di estrazione di elementi duri e la facilità di utilizzo.

Questo estrattore è alto circa 44 cm e pesa circa 7 kg: è dotato di una tramoggia con doppia apertura, una dalle dimensioni standard e una più grande. Per questo motivo è possibile lavorare sia frutta e verdura a pezzi che intera.

La lavorazione a freddo degli ingredienti garantisce un succo puro e genuino, con una velocità di rotazione massima di 45 giri al minuto. Non è possibile scegliere la velocità, ma si può invertire il senso di rotazione in modo da ottenere tutto il succo possibile. Questo modello riesce a lavorare consecutivamente per circa 20 minuti senza surriscaldarsi. Il beccuccio antigoccia evita che il succo coli sul piano da lavoro, mentre i piedini antiscivolo riducono notevolmente le vibrazioni.

La manutenzione risulta poco agevole: la casa di produzione sconsiglia vivamente di lavare le varie componenti in lavastoviglie poiché i detergenti potrebbero danneggiare i diversi pezzi. È comunque possibile effettuare un lavaggio preliminare aggiungendo dell’acqua e attivando l’estrattore in modo da eliminare i residui più grandi di frutta e verdura.

In dotazione sono fornite due caraffe da 1,5 lt, un filtro a maglia fine, uno spazzolino per la pulizia e un pratico ricettario per la realizzazione di smoothies e frullati. Questo estrattore di pone in una fascia di prezzo piuttosto alta, ma che ben ripaga i materiali e il lavoro performante svolto.

Il prezzo va da 260 a 280 euro.

Imetec Succovivo SJ 1000

Se si cerca un modello economico, ma in grado di svolgere bene il suo lavoro, questo modello Imetec è l’ideale. Le dimensioni sono un po’ ingombranti ed è sconsigliato se si ha poco spazio in cucina o se si intende riporlo in uno scaffale.

La velocità di rotazione si attesta intorno ai 60 giri e trattandosi di un modello economico può ritenersi accettabile. È meglio evitare lunghe sessione di lavoro in quanto potrebbe surriscaldarsi. Non è possibile scegliere la velocità, ma si può cambiare il senso di rotazione.

Questo estrattore può lavorare con quasi tutta la frutta e la verdura e persino con la frutta secca precedentemente messa a bagno in modo da ammorbidirla. L’estrattore Imetec è dotato di quattro piedini che rendono l’elettrodomestico ben fermo durante la fase di lavorazione mentre il pulsante di accensione è ricoperto da una gomma che evita che si sporchi e che lo rende molto più facile da pulire.

La tramoggia è grande 7,5 cm, quindi è molo comoda in quanto possono essere inseriti alimenti anche interi evitando che si perda tempo a tagliare frutta e verdura in precedenza. I componenti possono essere rimossi e lavati anche se il produttore non specifica se sia possibile il lavaggio in lavastoviglie.

In dotazione ci sono due contenitori da 800 ml, un filtro a maglia fine per i succhi vellutati, uno a maglia larga per ottenere succhi più densi e uno per i sorbetti, una spazzola per la pulizia e un ricettario con ben 100 ricette per sfruttare al massimo questo estrattore e realizzare persino passate di pomodoro o pesti.

Il prezzo si aggira intorno a 140 euro.

Sana EU707J

Questo è un modello di estrattore orizzontale e, oltre ad essere molto bello esteticamente, ha un motore molto potente di terza generazione con coclea singola adatta a lavorare qualsiasi tipo di alimento e anche per usi piuttosto prolungati.

Naturalmente le grandi dimensioni non rendono questo modello molto maneggevole, si tratta piuttosto di un elettrodomestico pensato per un uso semiprofessionale e per prendere posto in una cucina ampia.

La velocità di rotazione si attesta intorno ai 60/70 giri al minuto. Il tubo di alimentazione ha un’apertura molto grande che permette la lavorazione di alimenti anche interi in modo da non dover perdere tempo prima a spezzettare frutta e verdura. Può lavorare su tantissimi cibi anche molto duri come le radici e le verdure a foglia che a volte causano problemi di intasamento.

La pulizia è abbastanza facile in quanto le componenti possono essere lavate in lavastoviglie. Oltre ai contenitori per il succo e per la polpa di cui uno in vetro e uno in acciaio inox in dotazione ci sono tre diversi filtri per realizzare succhi con densità differente (persino gli omogeneizzati) e lo spazzolino per la pulizia. Risulta essere abbastanza silenzioso. Il prezzo elevato di questo estrattore è dato dall’ottima capacità performante e dall’eccellente qualità dei materiali tra cui si sottolinea la totale assenza del bisfenolo e di BPA.

Il costo si aggira sui 400 euro.

Panasonic Slow Juicer MJ-L500

Questo estrattore ha un design decisamente moderno e accattivante. Inoltre è semplice da utilizzare e compatto, ideale per cucine dai piccoli spazi o per essere riposto comodamente in uno scaffale. Il peso complessivo è di appena 4 kg.

I materiali sono di ottima qualità, infatti l’acciaio riveste buona parte della struttura esterna. Il punto forte di questo estrattore è la lentezza con cui lavora, infatti la velocità di rotazione si attesta sui 45 giri al minuto. In questo modo è possibile evitare quasi del tutto il surriscaldamento e l’attrito così da preservare del tutto le vitamine, i minerali e gli enzimi contenuti all’interno degli alimenti.

È presente il pulsante per l’inversione della rotazione in modo da ricavare più succo possibile a ogni sessione. I piedini antiscivolo garantiscono la tenuta stabile durante la fase di lavorazione, mentre la funzione antigoccia impedisce di sporcare il piano da lavoro durante l’estrazione.

All’interno della confezione ci sono il contenitore per il succo da 1 lt, quello per la polpa da 1,5 lt, un accessorio Frozen che permette di creare ricette con la frutta ghiacciata e gustosi sorbetti. La pulizia è facile e veloce grazie all’accessorio che pulisce automaticamente evitando che il filtro si intasi, inoltre è possibile lavare tutto in lavastoviglie.

Il prezzo va da 140 a 170 euro.

Il modello migliore secondo Ricette della Nonna

Tra i vari estrattori esaminati il Panasonic low Juicer MJ-L500 risulta essere il migliore come compromesso tra la qualità è il prezzo.

La velocità di rotazione di 45 giri al minuto è una delle migliori in quanto permette di lavorare gli alimenti senza il pericolo che il calore ne distrugga le benefiche sostane nutritive. Il design, la compattezza e il prezzo decisamente accessibile ne fanno la scelta perfetta per chi desidera un estrattore completo e performante da tutti i punti di vista.

Anche il Kenwood PureJuice Pro JMP800SI risulta essere un buon prodotto in quanto anche questo modello lavora a bassa velocità, prerogativa fondamentale per far sì che un estrattore sia degno del suo nome.


La Videoricetta Top