Fiori di zucca: proprietà, benefici e controindicazioni

di in Schede alimenti

fiori di zucca (o meglio sarebbe dire, rispetto al commercio più diffuso, fiori di zucchina) sono un ortaggio dal sapore e dalle proprietà davvero speciali.

Si tratta, infatti, di infiorescenze edibili che vengono prodotte dalle due piante della zucca (Cucurbita maxima, Cucurbina moschata) e della zucchina (Cucurbita pepo). Nonostante le due piante siano diverse, i loro fiori sono piuttosto simili in forma, colore e sapore, appartenendo allo stesso ceppo botanico delle Cucurbitaceae.

Entrambe le piante di zucca e zucchina, e di conseguenza i fiori, non sono autoctone del continente europeo. Vennero infatti importate dopo le spedizioni colombiane, trovando nel bacino del Mediterraneo un territorio di attecchimento favorevole.

Oggi il consumo di questi “fiori commestibili” è molto diffuso nella cucina regionale del Lazio e in particolare tra le cucine di Roma, dove viene impiegato in molti modi diversi.

Fiori di zucca proprietà

100 grammi di fiori di zucca apportano appena 12 kcal. I livelli nutrizionali sono così ripartiti:

  • Acqua: 94,3 g
  • Proteine: 1,7 g
  • Grassi: 0,4 g (di cui colesterolo: 0 g)
  • Zuccheri: 0,5 g (di cui carboidrati: 0 g)
  • Ferro: 2 mg
  • Calcio: 39 mg
  • Fosforo: 37 mg
  • Vitamina A: 252 µg
  • Vitamina C: 28 mg

La presenza di acqua all’interno dell’ortaggio è preponderante, con oltre il 94% del peso totale. La parte rimanente apporta un discreto quantitativo di proteine, mentre è sostanzialmente priva di grassi e zuccheri. Non ha carboidrati né colesterolo, ed è dunque assolutamente ottima sotto il profilo nutrizionale.

L’apporto vitaminico è concentrato, in quantità comunque scarse, nei gruppi della vitamina A (retinolo) e vitamina C (acido ascorbico). La presenza di sali minerali è delegata, in particolare, al calcio e al fosforo.

Benefici

I fiori di zucca trovano un ambito di elezione nella cucina dietetica. Se consumati in purezza o all’interno di ricette a ridotto apporto calorico, infatti, sono un toccasana per l’organismo.

L’ampia disponibilità di acqua li rende drenanti coadiuvanti per la digestione, nonché nella regolazione dei flussi digestivi. Possono essere un valido aiuto in caso di stipsi acuta, a patto di consumarli all’interno di una dieta sana e variata e con l’apporto giornaliero di almeno 2 litri d’acqua.

Le vitamine A e C hanno un buon effetto antiossidante, permettono di tenere sotto controllo i fenomeni infiammatori, le patologie influenzali e possono avere un blando effetto antitumorale, anch’esso all’interno di un regime alimentare controllato.

Fiori di zucca proprietà e benefici

Controindicazioni

Non vi sono controindicazioni specifiche all’uso in cucina dei fiori di zucca. Attenzione alle eventuali allergie e intolleranze, che vanno valutate con l’aiuto del proprio medico.

A causa del possibile uso di concimi e coadiuvanti della crescita a base chimica, è importante pulire adeguatamente il prodotto prima dell’impiego alimentare. Talvolta, la lieve peluria che li riveste può causare un leggero prurito al tatto. È un fenomeno transitorio e privo di effetti collaterali.

Stagionalità

fiori di zucca seguono il ciclo biologico tradizionale della zucchina, e dunque sono ampiamente disponibili in commercio per tutto il periodo tardo-primaverile e fino a inizio estate.

Qualora si facesse ricorso alla materia prima prodotta in serra, o di importazione, sarebbe possibile trovarli praticamente tutto l’anno.

Fiori di zucca curiosità

Come cucinare i fiori di zucca

Veri protagonisti delle ricette di primavera, i fiori di zucca trovano nella frittura e nel ripieno i loro alleati ideali in cucina.

Nella Capitale è pressoché impossibile trovare una pizzeria o un ristorante che non proponga, tra le sue entrées, dei fiori di zucca fritti. Questi si ottengono in maniera semplicissima: una volta puliti, e rimosso il pistillo centrale, si riempiono con mozzarella e alici, si passano in una pastella semi-liquida a base di acqua, farina e sale e si friggono in abbondante olio caldo. In questo caso si parla anche di fiori di zucca in pastella.

Molto buona è anche la cosiddetta pizza ai fiori di zucca, che si prepara con un impasto molto simile, nel quale vanno aggiunte anche zucchine tagliate a julienne e, a piacimento, mozzarella e alici. Una volta coperta con un filo d’olio, la pizza si lascia cuocere per 20-25 minuti in forno a 180 – 200 °C e si serve con formaggi o salumi.

E’ uscito il libro di Ricette della Nonna

500 tra le ricette più belle di Nonna da conservare finalmente nella tua libreria. Lo potete trovare in libreria e nei maggiori portali di ecommerce in formato elettronico oppure in copertina rigida.

Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

Ma se vengono fritti non si perdono le proprietà benefiche e le calorie, con mozzarella e acciughe?

Le ricette più cliccate
Ricetta torta al cioccolato
Torta al cioccolato

Unica e inimitabile


Ricetta torta di mele
Torta di mele

La classica di Nonna


Ricetta ciambellone soffice

Ricetta crostata alla marmellata
Crostata alla marmellata

Croccante e buonissima


Ricetta torta magica
Torta magica

Magicamente buona


Ricetta torta paradiso
Torta paradiso

Torta più soffice non esiste


Ricetta torta pan di stelle
Torta pan di stelle

Un nuovo classico


Ricetta torta pan di stelle

Ricetta torta margherita
Torta margherita

Profumata e soffice


Ricetta Tiramisù al caffè
Tiramisù classico

Il classico al caffè