Acqua di cocco: la bevanda energetica preferita dagli sportivi

di in News

L’acqua di cocco è una dissetante bevanda contenuta all’interno delle noci di cocco ancora verdi.

Si presenta come una sostanza liquida dolce, molto chiara, quasi trasparente, caratterizzata da alcune particolarità organolettiche che la rende un ricostituente perfetto per gli sportivi.

Vediamo insieme in questa breve guida le sue proprietà nello specifico.

Cos’è l’acqua di cocco

L’acqua di cocco è il liquido sterile che la palma da cocco immagazzina nella parte più interna e cava della noce di cocco, finché è ancora verde e viene assorbita dalla polpa del frutto con l’avanzare della sua maturazione. Quindi nella noce divenuta ormai marrone ne troverai ben poca, mentre nel frutto acerbo di solito la quantità di liquido contenuta varia tra i 200 ml e un litro a seconda della dimensione e della qualità specifica.

Non esiste infatti una sola varietà di questa pianta eccezionale: in natura si possono trovare diverse palme da cocco (nome botanico Cocos Nucifera), ma sono tutte diffuse solamente nelle fasce tropicali del nostro pianeta, in particolar modo lungo le aree costiere che sono mitigate dal mare che è in grado di influire positivamente sulla buona crescita dei frutti, il cui numero può arrivare fino a qualche centinaio all’anno per ogni pianta.

Aprire una noce di cocco, però, non è facile: è necessario prima individuare i tre forellini che si trovano sulla parte più appuntita dell’ovale e che di solito hanno una consistenza leggermente più morbida. Poni quindi la noce di cocco in verticale e aiutandoti con un cacciavite o un punteruolo pratica un foro in corrispondenza di uno dei tre punti.

Una volta aperto il buco puoi versare l’acqua contenuta al suo interno in un bicchiere, oppure bere direttamente dalla noce.

Proprietà e benefici dell’acqua di cocco

L’acqua di cocco non è solo una semplice bevanda, ma è una delle sostanze più rinfrescanti e dissetanti che vengono direttamente dalla natura, senza che l’uomo debba influire in minima parte in questo processo di produzione.

A differenza della polpa del cocco, che contiene un alto apporto calorico, l’acqua di cocco invece è un prodotto a basso contenuto di grassi (circa il 4%) e quindi ha un bassissimo apporto calorico. Il suo peso è composto per l’81% da glucidi, carboidrati semplici; mentre i livelli di enzimi e amminoacidi rappresentano solo un 15%.

Pure le vitamine, specialmente del gruppo B, sono presenti, ma solo in quantità mediocri. D’altra parte è dotata di una buona concentrazione elettrolitica, che la rende una bevanda ideale per gli sportivi, ha una discreta concentrazione di sali minerali, in special modo di potassio e di vitamine, anche se il sodio è un po’ basso.

Il suo consumo si presta quindi ad essere inserito in qualsiasi dieta alimentare, perché non contiene nessun elemento che potrebbe dare effetti negativi sull’organismo, anche se in certi casi di iperglicemia o di obesità sarebbe bene non consumarne quantità esagerate.

La porzione giornaliera consigliata per un giusto apporto nutritivo si situa tra i 250 e i 350 ml, che rappresentano circa 45 o 65 kcal per 100 g di acqua di cocco. L’acqua di cocco non contiene lattosioglutine, per cui si presta anche come alimento per persone con intolleranze e allergie.

Acqua di cocco: l’integratore perfetto per gli sportivi

L’acqua di cocco è particolarmente indicata per atleti professionisti e amatori, perché si tratta di una bevanda naturale e rinfrescante che svolge tutte le funzioni di un drink reidratante che si può trovare in commercio.

L’alta presenza di elettroliti, in particolare l’elevata quantità di potassio, rende l’acqua di cocco la bevanda perfetta da usare come integratore delle sostanze che si disperdono attraverso la sudorazione e la termoregolazione. L’acqua di cocco ha un’unica pecca: ha una modesta concentrazione di minerali, specialmente di sodio, che si trova in concentrazione minore rispetto ad altri sport drink di sintesi, per cui in caso di sport o di sforzo prolungato è bene aggiungere un po’ di sale da cucina per supplire alla sua mancanza.

In ogni caso, si tratta senza alcun dubbio di una bevanda energetica molto più consigliata rispetto agli usuali sport drink, che presentano un livello eccessivo di zuccheri, conservanti e coloranti industriali.

Dove comprare l’acqua di cocco

In Europa per avere dell’acqua di cocco dobbiamo rivolgerci per forza al mercato di importazione e in ogni caso non è molto facile riuscire a trovarla. Nei comuni supermercati è piuttosto rara, per cui potrai acquistarla nei negozi specializzati in alimentazione naturale, in erboristeria oppure online.

La migliore ovviamente è quella di provenienza biologica, la cui qualità è più controllata. Per quanto riguarda il prezzo, non si tratta di una bevanda economica (la confezione da 300 ml può costare tra i 2 e i 4 euro). Fai attenzione alle etichette, perché a volte sulle confezioni industriali viene dichiarato un apporto più alto del normale in contenuto di minerali, specialmente di sodio e calcio, ma anche di vitamine, mentre sappiamo che la bevanda al naturale non può presentare queste caratteristiche, per cui dati come questi potrebbero essere indicatori di un prodotto quantomeno fortificato.

Al momento dell’acquisto l’acqua di cocco non è da confondere con il latte di cocco che viene invece estratto dalla polpa ed è molto più ricco di grassi.

Sportivi o no, l’acqua di cocco è una bevanda salutare e totalmente naturale, perfetta da consumare in qualsiasi momento della giornata.

E’ uscito il libro di Ricette della Nonna

500 tra le ricette più belle di Nonna da conservare finalmente nella tua libreria. Lo potete trovare in libreria e nei maggiori portali di ecommerce in formato elettronico oppure in copertina rigida.

Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.