Impasto per la pizza fatta in casa

Ingredienti

  • 470 gr di farina tipo 0
  • 5 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
  • 17 gr di lievito di birra o 1,5 cucchiaini di lievito secco attivo
  • un cucchiaino di zucchero
  • 1,5 cucchiaini di sale
  • 300 ml d'acqua circa
  • semola di grano duro per spolverare le teglie
Guarda altre ricette con:farina lievito olio
  • Tempo Preparazione:
  • Tempo Cottura:
  • Tempo Riposo:
    Almeno 2 ore
  • Dosi:
    4 pizze medie
  • Difficolta':
    Facile

La pizza è un grande classico della nostra tradizione, un piatto che in tutto il mondo rappresenta l’Italia. Questa è la ricetta per prepararla in casa, in modo semplice e facile. L’impasto è stato fatto con l’aiuto di una planetaria, ma con lo stesso procedimento potete impastarla anche a mano, vi occorreranno solo una decina di minuti in più e un poco di energia. Nella ricetta è utilizzata la farina tipo 0, che è la più adatta per questa preparazione, ma potete anche utilizzare un mix con altre farine, come in questa pizza ai tre cereali, oppure unire una parte di patate lesse schiacciate, come in questa pizza di patate margherita. Sperimentate il vostro giusto mix e vi divertirete. Questo impasto prevede una bassa quantità di lievito, per cui i tempi di lievitazione sono necessariamente più lunghi, se avete poco tempo potete utilizzare la ricetta dell’impasto velocissimo per la pizza fatta in casa.

Procedimento

Pesate in modo preciso tutti gli ingredienti. Prelevate poi 1 cucchiaio di farina, miscelatelo al lievito secco o al lievito fresco di birra sbriciolato e allo zucchero. Aggiungete l’acqua tiepida e lasciate riposare per un minimo di 2 ore a un massimo di una notte a temperatura ambiente.

Quando il lievitino sarà pronto, potete procedere a impastare la pizza secondo 3 modi:

  • A mano: versate in una ciotola il lievitino. Aggiungete la farina e incominciate a impastare. Versate l’olio e per ultimo il sale. Rovesciate l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e impastate per almeno 10 minuti. Formate una palla d’impasto, riponetela a lievitare in una ciotola per almeno 3 ore coperta da un canovaccio al caldo, al riparo da correnti d’aria.
  • Con l’impastatrice: versate la farina nell’impastatrice e azionatela alla velocità minima. Unite nella planetaria il lievitino, l’olio e impastate per 1 minuto. Aggiungete per ultimo il sale. Fate lavorare l’impastatrice per 10 minuti. Dopodichè estraete l’impasto, formateci una palla e riponetelo in una ciotola. Copritelo con un telo da cucina e lasciatelo lievitare per almeno 3 ore coperto da un canovaccio al caldo e al riparo da correnti d’aria.
  • Con la macchina del pane: versate il lievitino per primo in modo che si depositi sul fondo del cestello, poi la farina ben sparpagliata sopra. Versate in un angolo del cestello l’olio e nell’ angolo opposto il sale. Scegliete la modalità  “solo impasto” e avviate la macchina del pane. Attendete la fine del programma prima di estrarre l’impasto.

Come fare l'impasto per la pizza fatto in casa

Scaldate il forno a 230 °C.

Dopo circa 3 ore la pasta avrà raddoppiato il suo volume. Infarinate la spianatoia, dividete l’impasto in 4 parti e formateci 4 palline. Stendete con le mani le pizze e riponetele sulle teglie leggermente oleate e infarinate con un po’ di semola di grano duro. Farcitele come più vi piace. Il consiglio è quello di iniziare con la classica pizza Margherita.

Infornate la pizza a forno caldissimo sul ripiano più basso. Dopo circa 15 minuti trasferitela a metà forno. Proseguite la cottura per altri 5 minuti e servitela subito.

Se volete potete mettere le 4 palline di impasto su una teglia leggermente oleata e coperta da pellicola, e riporle in frigorifero. Si conservano per almeno 2 giorni. Alternativamente potete congelarle. Quando deciderete di scongelarle, lasciatele riposare a temperatura ambiente per almeno 3 ore.

Foto impasto per la pizza fatto in casa

Ingredienti principali della ricetta:
  • farina
  • lievito
  • olio

161 Commenti

  1. Luca02/10/2016 a 19:54Rispondi

    Ciao a tutti, posso dire che l’articolo è descrittivo e dettagliato. Uno degli argomenti che consiglio di approfondire a tutti gli amanti della pizza (amatori e professionisti) è quello che riguarda la digeribilità degli impasti e i metodi per ottenere una lunga lievitazione ed una corretta maturazione che è il processo più importante per la riuscita di una pizza perfetta.
    Se siete interessati potreste dare un’occhiata a questo Corso Online sulla pizza che ho realizzato, che affronta in 13 capitoli tutto il mondo Pizza a livello pratico (procedimenti e tecniche). C’è anche il rilascio di attestato.

    http://www.pizzacorsi.com/corso-pizzaiolo-online/

    Ciao ragazzi, un saluto a tutti e complimenti per l’articolo.

    • Alessandra Rossi02/10/2016 a 23:22Rispondi

      grazie Luca

  2. antonio01/05/2016 a 19:31Rispondi

    Ciao ho usato come da ricetta solo che quando ho tolto dal forno la pizza è rimasta FINA e piatta come mai ? Grazie per la risposta

    • Alessandra Rossi01/05/2016 a 22:29Rispondi

      la pizza non cresce al forno, rimane come l’hai stesa

  3. fiorella20/03/2016 a 18:23Rispondi

    io ci provo e con farina integrale 🙂

    • Alessandra Rossi20/03/2016 a 18:54Rispondi

      facci sapere!

  4. Elisa3816/03/2016 a 17:08Rispondi

    Ciao a tutte, io seguo questa ricetta

    http://gustosericette.altervista.org/pasta-per-pizza-258

    per l’impasto e mi sono trovata molto bene, ma lo strutto non mi convince, che ne dite?

    • Alessandra Rossi17/03/2016 a 19:57Rispondi

      Ciao Elisa, Nonna non ha mai usato strutto nella pizza

  5. Fede27/02/2016 a 16:04Rispondi

    Ciao a tutti

    Caro Roberto il tuo blog mi da fiducia 🙂
    Potresti dirmi se x ciliaci valgono le solite dosi e quale farina potrei usare?

    Grazie Mille
    Fede

    • Alessandra Rossi27/02/2016 a 19:47Rispondi

      Ciao Fede, Nonna dice che puoi tranquillamente usare la farina per celiaci 😉

  6. Donatella21/02/2016 a 20:53Rispondi

    Ciao, un dubbio: il sale non deve essere aggiunto alla fine , lontano dal lievito?

    • Alessandra Rossi21/02/2016 a 23:33Rispondi

      no

  7. carlo17/02/2016 a 20:26Rispondi

    ma come fate a magiare la farina 00….che schifo,alimentazione della capocchia

    • Alessandra Rossi18/02/2016 a 18:55Rispondi

      Carlo la farina 00 è la più diffusa, si dovrebbe essere sempre un minimo tolleranti

    • roberto18/02/2016 a 20:30Rispondi

      E comunque in questa ricetta base la farina utilizzata e quella 0, per cui non capisco l’accanimento.

    • Giulio Rossi19/02/2016 a 12:04Rispondi

      Con tutto il rispetto, il tuo commento non ha alcun senso, quello che capisco io nel leggerlo è:
      “ho ragione io, perché è così e voi non capite nulla”.
      Se si argomentassero le proprie opinioni forse ne gioveremmo tutti.

  8. Davide13/02/2016 a 17:39Rispondi

    ci sto provando……. speriamo bene !

    • Alessandra Rossi13/02/2016 a 18:10Rispondi

      Nonna fa il tifo per te! Facci sapere!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Omini di pan di zenzero

Biscotti omini di pandizenzero

Antipasti per Natale e Capodanno

Antipasti freddi di Natale e Capodanno

Arrosti di Natale

Arrosti di Natale

Ricette di pesce di Natale e Capodanno

30 Ricette di pesce per Natale e Capodanno

Dolci di Natale

10 dolci di Natale più buoni

Salame al cioccolato

Salame al cioccolato