Come fare le albicocche secche

di in Come fare

Quando le albicocche fresche non sono disponibili, ecco che arrivano in nostro soccorso le albicocche secche, adatte sia per uno spuntino veloce che come ingrediente di golose ricette (una torta con albicocche secche farà felice tutta la famiglia!).

Oltre a essere gustosissime, le albicocche secche contengono un quantitativo di calorie relativamente più basso rispetto all’altra frutta secca: 241 calorie per 100 grammi, contro le 607 delle noci e le 600 delle mandorle.

E’ uscito il libro di Ricette della Nonna

500 tra le ricette più belle di Nonna da conservare finalmente nella tua libreria. Lo potete trovare in libreria e nei maggiori portali di ecommerce in formato elettronico oppure in copertina rigida.

Acquistabili un po’ ovunque, e adatte a tantissimi usi (sono, tra l’altro, un ottimo viatico per chi soffre di stipsi), le albicocche secche possono essere realizzate anche in casa, regalandosi così un pizzico d’estate e dei suoi sapori più gustosi per tutto l’anno.

Come fare le albicocche secche: gli ingredienti

La preparazione delle albicocche secche è davvero molto semplice, e richiede pochi ingredienti.

Oltre ovviamente alle albicocche, infatti, bastano circa 2 litri d’acqua per ogni chilo di frutta (una proporzione 2:1 che manterrete anche variando le quantità) e un cucchiaio da minestra di bicarbonato di sodio, necessario per mantenere il colore e la consistenza dell’albicocca durante il brevissimo periodo di scottatura in acqua bollente.

Come preparare le albicocche secche

  • Una volta pulite, si mettono le albicocche (ancora intere e con tutta la buccia) in una pentola con due litri di acqua e un cucchiaio da minestra di bicarbonato di sodio.
  • Una volta raggiunto il bollore si lasciano cuocere per appena un minuto, prima di spegnere il fuoco e scolarle su un panno da cucina.
  • Una volta intiepidite, si dividono a metà e si rimuove il nocciolo, e si poggiano con la polpa rivolta in basso sulla griglia del forno, dove andranno cotte per 5 ore alla temperatura di 90 gradi. Il procedimento va ripetuto per tre giorni consecutivi, con l’obiettivo di rimuovere tutti i liquidi in eccesso.
  • Al termine della terza cottura vanno trasferite su un’altra griglia, preferibilmente in ferro, e collocate su una superficie soleggiata, per l’asciugatura finale. Per evitare contaminazioni da insetti, è importante coprirle con una garza asciutta o un panno leggero, che lasci però penetrare i raggi del sole.

Questa terza fase della preparazione deve essere ripetuta per cinque giorni consecutivi (avendo cura di tenere le albicocche dentro casa, o comunque in un punto non esposto, durante le ore notturne).

Alla fine dell’ottavo giorno, le albicocche dovranno risultare morbide ed elastiche, quasi completamente disidratate e in ogni caso prive di qualsivoglia liquido, che ne impedirebbe una conservazione ottimale.

albicocche secche e frutta secca

Come conservare le albicocche secche

Le albicocche secche si conservano in ambienti secchi e asciutti, dove possono mantenere le caratteristiche organolettiche ottimali, preferibilmente in contenitori ermetici (anche i sacchetti richiudibili da congelatore vanno bene) o in sacchetti di carta, come quelli che si usano nelle frutterie.

Così facendo, la conservazione potrà durare per vari mesi (se preparate a luglio, dureranno senza problemi fino al periodo natalizio e anche oltre, ma difficilmente sopravvivranno ai bagordi delle feste!).

Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.