Quali patate scegliere nelle preparazioni in cucina

di in Come fare: guide di cucina

La patata è un tubero e in natura ne esistono numerose varietà. Queste variano per consistenza, percentuale di acqua e di amido, sapore ma anche reazione a diversi tipi di cottura e preparazione. Sono reperibili tutto l’anno ma la primizia, ovvero le patatine novelle, si possono trovare sul banco del fruttivendolo da aprile a luglio.

Quali tipi di patate scegliere?

Le tipologie di patate variano in base al tipo di cottura e preparazione che decidiamo di intraprendere. Le più comuni sono:

  • le patate a buccia rossa sono le più predisposte a lunghe cotture e a altre temperature. Sono ottime arrosto o fritte. Se vengono lavate e spazzolate bene per eliminare eventuali residui terrosi, si possono consumare con la buccia. Il loro gusto è molto deciso e sono molto saporite.
  • le patatine novelle sono di piccole dimensioni. Di solito non hanno intrapreso la giusta maturazione e la loro buccia appare sottilissima. Sono ottime gustate con la buccia, da gustare arrostite al forno oppure cotte assieme a un confortante stufato di carne.
  • le patate a pasta gialla sono la tipologia che contiene più acqua. Hanno un sapore molto dolce e sono ideali da gustare lesse, come base cremosa di zuppe e vellutate a base di verdure o per soffici purè.
  • le patate a pasta bianca sono la tipologia che contiene meno acqua. Sono le più farinose e sono indicate nella preparazione di tortini di patate o per gnocchi. Per favorire la buona riuscita di queste ricette è consigliato l’utilizzo di patate bianche “vecchie” con appunto pochissima umidità.

Come scegliere le patate migliori?

Al momento dell’acquisto prediligete le patate a pasta soda e di colore uniforme, senza macchie e germogli. Cercate di prenderle tutte della stessa dimensione per farle cuocere al meglio in modo omogeneo.

Come conservarle?

Le patate si conservano per mesi in un luogo fresco, buio e ben areato. Potete riporle in una cassetta di legno in cantina e coprirle con un panno per evitare che formino i germogli. Le patate novelle, invece, dal momento dell’acquisto, si conservano per non pi di una settimana nella parte bassa del frigorifero.

Un piccolo trucchetto della Nonna

Siete stati un po’ pesanti di sale nella preparazione di una ricetta? Tagliate a tocchetti una patata e unitela alla preparazione. Toglietela solo all’ultimo minuto: in questo modo avrà assorbito parte del sale.

Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.