Salsa olandese

di in Le basi in cucina

La salsa olandese, secondo la cucina francese, appartiene alla categoria delle 5 “salse madri” assieme alla salsa vellutata, alla besciamella, alla salsa spagnola (o fondo bruno legato)  e alla salsa di pomodoro. Questa salsa di color giallo pallido è fatta di soli tuorli montati a bagnomaria con burro chiarificato fuso ed è adatta ad accompagnare uova e verdure.

Ingredienti

  • 2 tuorli d’uovo freschissimi
  • 50 g di burro chiarificato
  • un pizzico di pepe bianco
  • 1 cucchiaio scarso di succo di limone
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di peperoncino di cayenna
  • Tempo Preparazione: 5 minuti
  • Tempo Cottura: 5 minuti
  • Dosi: per una piccola ciotola
  • Difficoltà: Media

Procedimento

Estraete le uova dal frigorifero almeno un’ora di prima di utilizzarle in modo che si temprino a temperatura ambiente.

Sgusciate le uova dividendo i tuorli dagli albumi. Versate i tuorli in un pentolino adatto alla cottura a bagnomaria.

Riponete il burro chiarificato in un altro pentolino e scioglietelo a bagnomaria. Quando si sarà completamente liquefatto, mettetelo da parte.

Mettete la ciotola con i tuorli sul pentolino e, mescolandoli con una frusta a mano, incominciate a montarli a bagnomaria. Salateli, pepateli, aggiungete il succo di limone e il peperoncino di cayenna.

Sempre montando il tutto con le fruste, aggiungete il burro chiarificato fuso a filo. Mescolate il tutto fino a quando la salsa non diventerà gonfia, pallida e spumosa. Ci vorranno circa 4 minuti.

Una volta pronta, servite la salsa olandese calda per accompagnare verdure bollite o al vapore o uova. L’abbinamento tipico secondo la colazione inglese è con le uova alla benedict: una fetta di pane tostato arricchito da prosciutto, uova in camicia e salsa olandese.

foto salsa olandese 2

La Videoricetta Top