Panpepato

di in Dolci di Capodanno

Il panpepato o panpapato è un dolce tipico natalizio del centro-nord Italia, per la precisione se ne contendono la paternità tra Ferrara e l’Umbria. Il panpepato, la cui tradizione lo vede risalire al XV secolo, viene chiamato così perché ricco di spezie, molti sono i modi tramandati per prepararlo, ecco la nostra.

E’ uscito il libro di Ricette della Nonna

500 tra le ricette più belle di Nonna da conservare finalmente nella tua libreria. Lo potete trovare in libreria e nei maggiori portali di ecommerce in formato elettronico oppure in copertina rigida.

Ingredienti

  • 300 gr di miele
  • 350 gr di farina 00
  • 150 gr di nocciole pelate
  • 150 gr di mandorle pelate
  • 150 gr di noci sgusciate
  • 150 gr di uvetta
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 150 gr di canditi
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di pepe nero
  • 4/5 chiodi di garofano
  • mezzo cucchiaino di noce moscata
  • Tempo Preparazione:
    40 Minuti
  • Tempo Cottura:
    25 Minuti
  • Dosi:
    2 Panpepati
  • Difficoltà:
    Media

Procedimento

Mettete a bagno l’uvetta per circa 20 minuti. Poi scolatela e strizzatela leggermente.

Tritate mandorle, noci e nocciole con il mixer. Aggiungete i canditi, tutte le spezie, il pepe e l’uvetta.

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e unitelo al composto mescolando bene (meglio se con le mani).

Sciogliete il miele per renderlo fluido e aggiungengetelo all’impasto. Gradualmente aggiungete anche la farina e mescolate bene.

Lavorate l’impasto fino ad ottenere una palla da dividere in due più piccole, ma si possono fare anche dimensioni diverse dividendo in 4 o in 6 parti l’impasto e ottenere dei Panpepati piccolini.

Infornare a 170° per 25 minuti.

Il panpepato così preparato può essere conservato anche per due settimane: riponetelo in scatole di latta per mantenerlo sempre fresco.

Panpepato Ferrarese


Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

A me piacciono molto le vostre ricette.grazie 😊

2
Ricette della Nonna

Grazie Dorina!

3
Adriana Neri

Il panpepato che faceva la mia mamma originaria di Tarquinia, ma di padre umbro, non conteneva ne' cioccolato ne' canditi. La frutta secca era amalgamata con il miele e intera (si spezzettava un po' perche' sbucciata con lo schiaccianoci). La mamma la lasciava in infusione anche 2 o 3 gg prima di cuocerla in forno con tutte le spezie indicate negli ingredienti. La farina la metteva poco prima di infornare e fare i panetti grandi poco piu' di una palla da bigliardo. E' cosi' che io li faccio, continuando la tradizione natalizia. Piacciono a tutti!!!

4
Ricette della Nonna

Grazie di aver condiviso con noi Adriana.

5

Questo è un dolce che mi ricorda la mia infanzia, quando durante le feste di Natale avevamo la visita di una zia che viveva a Terni che ce lo portava ogni volta...buonissimo! Era da un po' che cercavo una ricetta valida, per farne uno che gli assomigliasse... questo l'ho fatto la prima volta l'anno scorso, ed è venuto talmente buono, è piaciuto a tutti, che ho replicato anche per questo Natale! La frutta secca l'ho messa intera, perché mi piace vedere i pezzi grandi quando lo tagli... ormai farà parte dei miei dolci della tradizione! Grazie mille!!!

6

Ricette della Nonna grazie e buone feste anche a voi
! ���

7
Ricette della Nonna

Grazie Carla, sei molto gentile. Siamo proprio contenti di aver risvegliato in te bei ricordi. Buone feste.

8
Iolanda Fusco

non tritata la frutta secca

9
Carmela Orlando

complimenti appena fatto ,,,e vi posso assicurare che vale la pena farlo,,,,buonissimoooooo grazie nonna<3 <3

10
Ricette della Nonna

Grazie Carmela! 🙂

Carica altri commenti