Pesca melba: ricetta, ingredienti e proprietà di un dolce amatissimo

di in News

Nellie Melba fu una delle più celebri cantanti operistiche a cavallo tra Ottocento e Novecento, ed è a lei che fu dedicato il dolce che ora conosciamo come Pesca Melba.

Si dice che Georges Auguste Escoffier, cuoco e autore di libri francesi, fosse rimasto così colpito dalla voce di Nellie Melba che volle realizzare un dolce in suo onore.

Nulla, del resto, gli era precluso: nella sua lunga carriera lavorò dapprima al Savoy di Londra e poi al Ritz di Place Vendôme, nel cuore elegante di Parigi, e per questo spesso era vis-à-vis con i personaggi più celebri dell’epoca.

La cantante era golosissima di pesche e lamponi e, una volta conosciuti i suoi gusti, Escoffier realizzò questo dolce, ancora oggi amatissimo in Francia e nel mondo. La versione originale, però, era molto più elaborata di quella che oggi è possibile preparare anche in casa.

Lo chef, infatti, propose alla Melba delle pesche delicatamente posate su un letto di gelato alla vaniglia e accomodate in un vassoio d’argento. Una presentazione elegante, ulteriormente arricchita dalla sua collocazione in un blocco di ghiaccio scolpito a forma di cigno.

Ecco perché questo dolce (che gli americani chiamano anche Sundae) fu originariamente conosciuto, prima ancora che Pesca Melba, con il nome di Pesche al cigno.

Come fare la Pesca Melba

Realizzare la Pesca Melba anche a casa è facilissimo, e non richiede particolari conoscenze di pasticceria, ma solo ottimi ingredienti freschi e la voglia di portare in tavola un dolce gustoso ed elegante.

Si parte dalle pesche, rigorosamente fresche e già mature (o in alternativa si possono utilizzare quelle sciroppate), che vanno fatte macerare, ancora intere e con la buccia, in uno sciroppo di zucchero.

Una volta raffreddatesi, le pesche vanno pulite, divise a metà e adagiate in una coppa (o un vassoio leggermente concavo) sulla quale sarà stato dapprima posto del gelato alla vaniglia, possibilmente non troppo freddo.

Con le pesche rivolte verso il basso, si copre il tutto con purea di lamponi freschi, o confettura di lamponi se non si hanno quelli freschi, e si finisce la decorazione con fiocchi di panna montata e mandorle sbucciate e tagliate a scaglie sottilissime.

Pesca Melba: calorie e proprietà nutrizionali

La Pesca Melba, se consumata una volta ogni tanto, è un dolce che non apporta troppe calorie e può dunque essere un goloso sfizio anche durante la dieta.

Le pesche, infatti, contengono circa 50 calorie ogni 100 grammi; i lamponi ne hanno circa 53, mentre un etto di gelato alla vaniglia apporta più o meno 170 calorie. Considerando dunque una coppetta di Pesca Melba nel suo complesso, si riesce a rimanere sotto le 300 calorie.

Un dessert goloso, fresco e salutare che si può smaltire senza troppi sensi di colpa con una bella passeggiata pomeridiana.

E’ uscito il libro di Ricette della Nonna

500 tra le ricette più belle di Nonna da conservare finalmente nella tua libreria. Lo potete trovare in libreria e nei maggiori portali di ecommerce in formato elettronico oppure in copertina rigida.

Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

il vostro sito è un porto sicuro per noi che cuciniamo ..grazie

Le ricette più cliccate
Ricetta torta al cioccolato
Torta al cioccolato

Unica e inimitabile


Ricetta torta di mele
Torta di mele

La classica di Nonna


Ricetta ciambellone soffice

Ricetta crostata alla marmellata
Crostata alla marmellata

Croccante e buonissima


Ricetta torta magica
Torta magica

Magicamente buona


Ricetta torta paradiso
Torta paradiso

Torta più soffice non esiste


Ricetta torta pan di stelle
Torta pan di stelle

Un nuovo classico


Ricetta torta pan di stelle

Ricetta torta margherita
Torta margherita

Profumata e soffice


Ricetta Tiramisù al caffè
Tiramisù classico

Il classico al caffè