Scarpaccia salata

di in Antipasti

La ricetta della scarpaccia salata è tipica della città toscana di Camaiore. E’ un piatto rustico semplicissimo che può essere personalizzato con l’aggiunta di verdure come in questa con le zucchine.

Ingredienti

  • 3 zucchine
  • 8 fiori di zucchina
  • 1/4 di cipolla bionda
  • 1 uovo
  • 80 gr di farina 00
  • 40 gr di farina di ceci
  • acqua qb
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe
  • Tempo Preparazione:
    15 minuti
  • Tempo Cottura:
    25 minuti
  • Dosi:
    6 persone
  • Difficoltà:
    Facilissima

Procedimento

Sbattete l’uovo con l’aggiunta di un cucchiaino di sale e una macinata di pepe. Unite lentamente le due farine e, con l’aiuto di un frusta, mescolate per evitare grumi, diluendo con un pò d’acqua. Lavate e spuntate le zucchine e, con l’aiuto di una mandolina, tagliatele sottilmente a rondelle. Sciacquate anche i fiori di zucchina e tritateli.

Unite le verdure al composto di uova e farina. Aggiungete 2 cucchiai d’olio e amalgamatelo uniformemente fino a ottenere una pastella piuttosto densa.

Versate il composto in una teglia da pizza ben oliata da 25 cm di diametro, creando uno strato dallo spessore di circa 1 cm. Infornatela a 200 °C per circa 20 minuti, finché la superficie della scarpaccia non sarà diventata ben dorata.

La scarpaccia camaiorese è un rustico che gode di una personalità particolare, ma questa è solo una delle sue possibili vesti.

Scarpaccia salata di zucchine ricetta e foto


E’ uscito il libro di Ricette della Nonna

500 tra le ricette più belle di Nonna da conservare finalmente nella tua libreria. Lo potete trovare in libreria e nei maggiori portali di ecommerce in formato elettronico oppure in copertina rigida.

Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

LA SCARPACCIA SALATA E' TIPICA SIA DI CAMAIORE CHE DELLA VAL DI PEDOGNA (PESCAGLIA). LA RICETTA PIU' TRADIZIONALE ERA SENZA UOVO E CON MOLTA CIPOLLA. CI SONO VARIANTI MODERNE CON POMODORI, ZUCCHINI E CIPOLLA. C'E' CHI LA FA PIU' ALTA E CHI FINISSIMA. SI TRATTA DI UNA RICETTA ANTICA CHE DI TOSCANO HA BEN POCO. LA DEFINIREI APUANA. A VIAREGGIO LA FANNO CON LO ZUCCHERO. POTREBBE ESSERE UN ADATTAMENTO URBANO. OVVERO I CAMAIORESI CHE POPOLARONO VIAREGGIO NELLE SECONDA META' DEL XVIII SECOLO POTREBBERO AVERLA IMPORTATA A VIAREGGIO, POI E' STATA RIELABORATA DIVENTANDO UNA COSA DIVERSA.

2
Maria Teresa

Confermo che la vera scarpaccia non ha l'uovo. Con l'uovo l'ho assaggiata una volta... mi è parso di mangiare una frittata! Senza ha tutto un altro sapore...

In realtà le vere origini della scarpaccia sono pescagline (a confine con Camaiore...). In quei posti anticamente era davvero dura sopravvivere... non come Camaiore e Viareggio che avevano il pesce, durante la bella stagione c'era abbondanza di zucchine...perché non sfruttarle?!

Buone e saporite sono anche le patate... che si facevano soprattutto in montagna, proprio a confine con Camaiore.

Ma Pescaglia è anche "zona depressa" dove nessuno rivendica questa paternità...

Autore4
Roberto Gracci

Marco, io non sono un camaiorese doc, anche se mia madre è di Vado!

Questa è la mia personale interpretazione della scarpaccia prodotta da una nota pizzeria camaiorese, e sono sicuro che almeno lì l'uovo c'è!. Se,come penso, tu sei in possesso della ricetta tradizionale, perchè non ce la invii sul forum nella sezione dedicata alla fondazione del Banco Alimentare?

Ciao e grazie del tuo commento.

5
Marco Giannini

Non ha l'uovo (Parola di Camaiorese)...ha tutto un altro aspetto ed è STRAORDINARIA