Come fare il pesto di melanzane

di in Come fare

L’Italia è la patria del pesto, e la Sicilia ha la sua variante più particolare: il pesto di melanzane. Lo si realizza con pochi e semplici passaggi, è una ricetta fresca da portare in tavola in estate anche come condimento della pasta fredda e, soprattutto, fa benissimo alla salute!

Il pesto di melanzane è ricco di ingredienti freschi, adatti per l’estate, come le mandorle e la scorza di limone, senza dimenticare la menta. Il suo è un sapore morbido e delicato, che ben si adatta a quelle giornate dove vorremmo solo stare in spiaggia, tuffarci nell’acqua e goderci tutto il sole della bella stagione.

E’ uscito il libro di Ricette della Nonna

500 tra le ricette più belle di Nonna da conservare finalmente nella tua libreria. Lo potete trovare in libreria e nei maggiori portali di ecommerce in formato elettronico oppure in copertina rigida.

Ma se le ferie sono lontane e il mare lo è ancora di più, almeno possiamo consolarci portando in tavola una ricetta golosa come il pesto di melanzane!

Come preparare il pesto di melanzane

Le melanzane, si sa, andrebbero mangiate solo cotte, e ovviamente il pesto di melanzane non fa eccezione a questa regola.

Scegliete una varietà dolciastra come la violetta palermitana o la Zebrina, che mantengono un sapore meno acceso ma comunque molto adatto per questa preparazione, lavatele e disponetele su una placca da forno foderata di carta.

Lasciatele cuocere a 220 gradi in forno ventilato (240 se utilizzate il forno statico) per circa 50 minuti. Al termine, le melanzane dovranno risultare aggrinzite e piuttosto ridotte di volume.

Una volta tiepide, tagliatele a metà e con l’aiuto di un cucchiaio rimuovete la polpa dalla buccia, mettendola dentro un colino che vi permetterà di eliminare più facilmente l’acqua di vegetazione dell’ortaggio.

Ora, con l’ausilio di un mixer o di un frullatore tradizionale (ma va bene anche un frullatore a immersione, a seconda di quello che avete in cucina), frullate la polpa delle melanzane insieme a mandorle, formaggio grattugiato (preferibilmente il Parmigiano Reggiano o il Grana Padano), scorza di un limone biologico, olio extravergine d’oliva, sale e pepe a seconda del proprio gusto.

Il pesto dovrà risultare piuttosto denso ma morbido, di consistenza liscia ma con alcuni granuli dati dalla non perfetta tritatura delle mandorle, che devono invece sentirsi al palato. Prima di utilizzarlo, aggiungete la menta tagliata al coltello nell’impasto e mescolate il tutto.

Come utilizzare e conservare il pesto di melanzane

Il pesto di melanzane può essere utilizzato, nella sua ricetta più classica, come condimento della pasta. Gustoso con la pasta lunga, come spaghetti e bucatini, è altrettanto apprezzato con la pasta corta, soprattutto quella che tiene bene il condimento: via libera, dunque, a conchiglie, mezze maniche e via dicendo!

Una variante gustosa può essere la pasta con pesto di melanzane e ricotta, per una consistenza ancor più cremosa e un piatto freschissimo, magari da portare nella schiscetta per un pranzo in ufficio che farà l’invidia di tutti i colleghi!

Per un aperitivo o una cena in compagnia, poi, si può usare il pesto di melanzane sulla bruschetta, magari favorendo l’uso del pane integrale che darà ancor più sapore al tutto.

Lo si conserva per qualche giorno in frigorifero, facendo attenzione a coprirlo con un velo d’olio in modo che non ossidi.

Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

Ma la quantità degli ingredienti?