Crostata alle pesche

di in Crostate

La crostata alle pesche è una crostata tutta estiva da conservare in frigo e servire fresca. Un’ottima alternativa alla classica crostata alla marmellata e alle torte “pannose” poco adatte al periodo estivo.

Ingredienti

Per la pasta frolla

  • 250 g di farina
  • 125 g di zucchero
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di lievito

Per la crema

  • 1/2 l di latte
  • 30 gr di farina
  • 4 tuorli
  • 100 gr di zucchero
  • la scorza di 1/2 limone

Per la decorazione

  • 4 o più pesche noci a seconda della grandezza
  • zucchero a velo
Guarda altre ricette con: crema pasticcera, pesche
  • Tempo Preparazione:
    40 Minuti
  • Tempo Cottura:
    35 minuti
  • Tempo Riposo:
    30 Minuti
  • Dosi:
    1 crostata da 24 cm
  • Difficoltà:
    Media

Preparazione

Cominciate col preparare la pasta frolla. Aggiungete alla farina il burro a pezzetti, ammorbidito in precedenza. Quindi incorporare lo zucchero, le uova e il lievito.
Lavorate l’impasto in modo da renderlo liscio e compatto aiutandovi con un pò di farina. Non troppa però, altrimenti l’impasto verrà troppo duro.

Formate quindi una palla con l’impasto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Nel frattempo preparate la crema seguendo la ricetta della crema pasticcera classica.

Lavate le pesche, tagliatele a spicchi regolari alti circa 1/2 cm.

Stendete la pasta frolla su uno stampo da crostata da 24 cm. Potete stenderla con le mani direttamente nello stampo oppure con il mattarello su una spianatoia. Indipendentemente dal metodo utilizzato, stendetela all’altezza di mezzo centimetro, ricoprendo anche i bordi.

Versateci sopra la crema e infornate a 180° per circa 35 minuti.

Lasciatela intiepidire, quindi ricoprite tutta la superficie con gli spicchi di pesca, partendo dai bordi e formando dei cerchi concentrici arrivate a coprirla tutta.

Conservate la crostata alle pesche in frigorifero e consumatela fredda. Spolverizzate con lo zucchero a velo e servite.

Potete provare la ricetta anche sostituendo la crema pasticcera con la marmellata da pesche.

Ricette crostata di pesche


Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

Ciao,se metto l'olio al posto del burro che non ho in casa ? Se si quello di semi va bene o l'olio d oliva. Grazie 😊

2
Ricette della Nonna

Va benissimo. Puoi utilizzare sia l'olio di oliva che quello di semi. L'importante è che quello di oliva non sia troppo forte di sapore.

3

Ciao sono Paolo vi chiedo questo aiuto vorrei fare dei profumatissimi biscotti alla lavanda mi chiedevo se posso usare questa ricetta di frolla usata per la crostata e in questo caso quanto devo fare cuocere i biscotti...

Ho però dubbio se secondo voi e meglio farli con una frolla morbida o più croccante e bassa ...eventualmente se avete tempo mi suggerite una ricetta completa voi con dosi e tempi? Grazie...

Autore4
Alessandra Rossi

Ciao Paolo prova con questa ricetta aromatizzando alla lavanda https://www.ricettedellanonna.net/biscotti-della-prima-colazione/

5

Ciao Alessanfra, ho bisogno del tuo aiuto ti cheido queste cose:

- che diofferenza c'è tra una frolla con lievito e senza e quale è più adatta per una crostata?

- se voglio fare una frolla al cioccolato come posso fare come dosi e ingredienti mi daresti una ricetta?

Lascio un suggerimento: sulla base della crostata ho provato a sbrisciolare degli amaretti a chi non piace può usare biscotti secchi, poi ci ho messo le lemel che ho fatto macerare nel maraschino e spolverizzate di cannella. E' piaciuta tantissimo!

Autore6
Alessandra Rossi

bravissimo Paolo! Per quanto riguarda le tue domande:
il lievito serve per rendere la crostata più o meno soffice e quindi meno croccante, dipende molto dal gusto di chi la fa
per la frolla al cioccolato puoi seguire questa ricetta https://www.ricettedellanonna.net/crostata-al-cioccolato-al-caramello-salato/

7

Ciao complimenti per il sito e le ricette meravigliose che sto sperimentando con successo e soddisfazione, sono semplici e gustose! Ci chiedo questa informazione la pasta delle crostate alle pesche e' sublime! Volevo sapere se volessi solo cuocere la base senza crema per poi farcirla dopo città con altri ingredienti come posso farla cuocere senza bruciarla? Devo coprire con carta argento? Devo arpa cuocere di meno? Sarebbe una base perfetta per tante preparazioni ma non so come cuocerla da sola, poi meglio forno solo con cottura da sotto o sotto e sopra? Grazie molle siete grandi... Sarebbe bellissimo se faceste questo regalo: racchiudere tutte le ricette in PDF !

Autore8
Alessandra Rossi

ciao Paolo! Grazie dei complimenti! Per la cottura in bianco della crostata, devi metterla l'impasto nella teglia, coprire con un foglio di carta forno e ricoprire con dei fagioli secchi. Inforna in forno statico caldo a 180 gradi per 20 minuti, sforna, farcisci e rinforna per 10 minuti.

9

Alessandra grazie a voi per le stupende ricette e tantissimi complimenti! Grazie per il consiglio, volevo chiederti anche questa info: se volessi cuocerla e farcirla poi a fresco senza ricuicerla cosa faccio la cuocio in totale per 30 minuti? volevo chiedere anche riguardo la crema pasticcera per la crostata di pesche, risulta liquida è normale o deve diventare densa? Nel forno quando cuioce poi sopra si scurisce...:-( cosa posso fare?

Autore10
Alessandra Rossi

se vuoi puoi coprirla con un foglio di carta di alluminio in modo che non si scurisca. Se vuoi farcire a freddo, cuocila per 30 minuti. Facci sapere 😉

11

Ciao Alessandra e ciao a tutti volevo dirvi che ho provato a fare la crostata ed è uscita una meraviglia! Duqnue ho preparato la frolla come la ricetta sopra e la ho riempita con marmellata fresca alle mele, l'ho spolverizzata con cannella ed ho terminato con una bella spolverata di nocciole tritate...nell'impasto ho messo anche mezzo limone grattuggiato, ho informato a 180 gradi per trenta minuti...il gusto è sublime!

Alessandra ti chiedo queste due informazioni: quanto può durare una crostata in giorni? Dove la conservo in frigorifero oppure a temepratura ambiente? Devo coprirla? Esce una frolla alta, se riducessi il loievito cosa ne pensi potreei fare emzzo cucchiaino? Ho visto che c'è una ricetta della frolla qui sul sito ed è un po diversa da questa alle pesche in cosa cambia se posso capire?

Queste ricette sono meravigliose! Grazie Alessandra!

Autore12
Alessandra Rossi

Benissimo! Molto bravo! Se abbassi il lievito verrà meno soffice e più croccante, puoi conservarla tre giorni, se la farcisci con la crema in frigorifero in contenitore.

13

Per una teglia da 28 cm di quanto devo aumentare le dosi?

14
Ricette della Nonna

Almeno di un 20%.

Carica altri commenti