Cartellate

di in Dolci e dessert

Le cartellate (altrimenti dette carteddate) sono dei dolcetti fritti che in Puglia vengono generalmente preparati durante le feste (Natale, Pasqua e anche Carnevale).

La loro preparazione, così come la forma, sono legate alla tradizione cristiana: la forma circolare, fatta da strati di impasto arricciato, ricorderebbe le fasce nelle quali fu avvolto il Bambino Gesù o la corona di spine della Crocifissione.

Sono anche dette crustele, cartiddate (Puglia), crispelle (Calabria) e crispedde o rose (Basilicata), e per la loro preparazione si conservano per diverso tempo in contenitori chiusi. In Puglia hanno il riconoscimento di Prodotto agroalimentare tradizionale, o PAT.

La ricetta originale vuole che nell’impasto si utilizzi il mosto cotto, nel caso non lo troviate lo potete sostituire con un vino bianco dolce.

Ingredienti cartellate

  • 500 gr di farina 00
  • 50 gr di olio di oliva
  • 200 ml di vino bianco dolce
  • scorza di un arancio e un limone
  • 300 gr di miele (o mosto cotto)
  • succo di un’arancia
  • olio di arachide per friggere
  • Tempo Preparazione:
    2 ore
  • Tempo Cottura:
    3 minuti
  • Dosi:
    25 cartellate
  • Difficoltà:
    Impegnativa

Ricetta cartellate

Fate scaldare l’olio di oliva in un pentolino insieme alla scorza di limone e arancio e fate soffriggere per qualche minuto. Spegnete e fate raffreddare.

Disponete la farina a fontana e unite l’olio di oliva aromatizzato agli agrumi, impastate brevemente, quindi unite anche il vino. Lavorate a lungo fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.

Stendete la pasta in una sfoglia di circa 3 mm e tagliatela con la rotella dentellata in strisce larghe 4 cm e lunghe 40.

A questo punto piegate a metà una striscia nel senso della lunghezza e, iniziando da un’estremità pizzicate la pasta a intervalli regolari di circa 3-4 cm, in modo da formare tante tasche. Arrotolate su stessa la striscia, unendo le pareti delle varie tasche fra di loro in modo che rimangano aperte. Sigillate bene l’estremità finale.

Friggete le cartellate in abbondante olio caldo di arachide per un paio di minuti, girandole quando saranno dorate.

Fatele scolare su carta assorbente da cucina.

Scaldate il miele in un pentolino con il succo d’arancia, senza farlo bollire. Immergete le carteddate nel miele fino a ricoprirle.

Cartellate pugliesi

Cartellate pugliesi: il gusto delle feste arriva in tavola


E’ uscito il libro di Ricette della Nonna

500 tra le ricette più belle di Nonna da conservare finalmente nella tua libreria. Lo potete trovare in libreria e nei maggiori portali di ecommerce in formato elettronico oppure in copertina rigida.

Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

se il vin cotto e molto denso come va diluito?grazie

2
Ricette della Nonna

Con un pò d'acqua. 😉

3
Marina Rausa

Io sn Salentina e le cartellate li facciamo in un altro modo diaciamo un fax simile a uesta ricetta ....Le cartellate nn si fanno solo di Natale noi li facciamo in oigni occorrenza

4
Ricette della Nonna

😉

5

Devono essere squisite ma.... necessiterebbe di video per capire meglio.... grazie

6
Ricette della Nonna

Hai ragione Anna, nel prossimo anno ci adopereremo per farlo. Auguri!

7
Lucia Gosciola

Sono dolci che si fanno solo a Natale e d'obbligo farle e una nostra tradizione pugliese

Le ricette più cliccate
Ricetta torta al cioccolato
Torta al cioccolato

Unica e inimitabile


Ricetta torta di mele
Torta di mele

La classica di Nonna


Ricetta ciambellone soffice

Ricetta crostata alla marmellata
Crostata alla marmellata

Croccante e buonissima


Ricetta torta magica
Torta magica

Magicamente buona


Ricetta torta paradiso
Torta paradiso

Torta più soffice non esiste


Ricetta torta pan di stelle
Torta pan di stelle

Un nuovo classico


Ricetta torta pan di stelle

Ricetta torta margherita
Torta margherita

Profumata e soffice


Ricetta Tiramisù al caffè
Tiramisù classico

Il classico al caffè