Cassatelle siciliane

di in Dolci di Carnevale

Le cassatelle siciliane sono dei dolci di Carnevale tipici della Sicilia, e in modo particolare della provincia di Trapani e di quella di Palermo.

Secondo le testimonianze più accreditate, i cassateddi (questo il nome dialettale) sono originari del piccolo comune di Calatafimi Segesta. Nel corso del tempo, diffondendosi in tutta la Sicilia occidentale, hanno conosciuto variazioni sul tema interessanti.

Mentre nel trapanese e nell’ennese si è soliti utilizzare la ricotta e le mandorle, intorno a Palermo si usa riempirli con i ceci, arricchiti da cannella e cioccolato.

Anche i nomi variano in maniera significativa: a Marsala vengono chiamata cappidduzzi, mentre per i mazaresi sono più note come raviola e i palermitani le chiamano cassateddi di fucu (ovvero ripieni di fichi).

Ingredienti

per la pasta

  • 500 g di farina (+ un po’ per il piano di lavoro)
  • 100 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 200 ml di latte
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 uovo
  • olio per friggere
  • sale

per il ripieno

  • 400 g di ricotta
  • 100 g di cioccolato fondente (o gocce di cioccolato)
  • 140 g di zucchero a velo
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 uovo
  • 1 arancio
  • cannella in polvere
  • Tempo Preparazione:
    40 minuti
  • Tempo Cottura:
    10 minuti
  • Tempo Riposo:
    60 minuti
  • Dosi:
    15 Ravioli
  • Difficoltà:
    Normale

Come preparare le cassatelle siciliane

Ammorbidite il burro e mettetelo in una ciotola con la farina, lo zucchero e un pizzico di sale. Amalgamate il tutto aiutandovi con le mani.

In una seconda ciotola sbattete il tuorlo dell’uovo con il latte e versatelo, poco a poco, nella ciotola con zucchero, farina e burro.

Impastate sin quando non avrete ottenuto un composto liscio e elastico. Lasciate riposare l’impasto avvolto in una pellicola trasparente per un’ora in frigorifero.

Intanto preparate il ripieno: unite la ricotta, 100 gr di zucchero a velo e il cioccolato a scaglie, la vanillina, il tuorlo dell’uovo (tenendo da parte l’albume), la cannella (mezzo cucchiaino) e la buccia dell’arancio grattugiata. Amalgamate bene e tenete da parte.

Riprendete l’impasto, infarinate il piano di lavoro e stendetelo in una sfoglia abbastanza sottile. Dovete raggiungere un giusto compromesso: dovrà reggere il peso del ripieno, ma non essere troppo spessa da coprirne il sapore.

Tagliate dei quadrati di medie dimensioni, inserite al loro interno l’impasto e chiudete la cassatella siciliana sovrapponendoci un altro quadrato di pasta. Aiutatevi con la chiara dell’uovo rimasta dopo l’utilizzo dei due tuorli per far aderire bene i lembi di pasta. In alternativa potete utilizzare lo stampo apposito da raviolo così come potete vedere dalle nostre foto.

Friggete poche cassatelle alla volta (per evitare che si attacchino o che abbassino troppo la temperatura dell’olio) in olio caldo sin quando non saranno ben dorati.

Scolate le cassatelle siciliane sulla carta assorbente da cucina e spolverizzateli successivamente con lo zucchero a velo rimasto.

Volendo si possono cuocere le cassatelle in forno a 180° per 15 minuti, invece di friggerle.

Le cassatelle siciliane sono solo una delle tantissime ricette di Carnevale che arricchiscono la tradizione gastronomica italiana durante il periodo che precede la Quaresima. Per scoprirle tutte, non perderti il nostro speciale sui dolci di Carnevale.

Cassatelle siciliane


E’ uscito il libro di Ricette della Nonna

500 tra le ricette più belle di Nonna da conservare finalmente nella tua libreria. Lo potete trovare in libreria e nei maggiori portali di ecommerce in formato elettronico oppure in copertina rigida.

Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

Li faccio ogni tanto e vengono sempre buonissimi!!Grazie per la ricetta!!

2
Valeria Gerratana

Sì possono fare al forno

3
Ricette della Nonna

Si, certamente.

4
Michaela Passannante

Ti posso chiedere un altro consiglio? Posso usare il latte di avena anziché quello vaccino? Grazie

5
Ricette della Nonna

Certamente.

6
Michaela Passannante

Complimenti, li ho fatti martedì sono usciti buonissimi. Li proverò a rifare ma un po' proverò a cuocerli in forno. Il forno ventilato o statico?

7
Ricette della Nonna

Bravissima. Statico.

8

Vorrei provare a fare questi ravioli.. Però ho un dubbio: un tuorlo nella pasta e un tuorlo nel ripieno non sono troppi pochi? grazie delle belle ricette.

Autore9
Alessandra Rossi

no tranquilla! Facci sapere

Carica altri commenti
Le ricette più cliccate
Ricetta torta al cioccolato
Torta al cioccolato

Unica e inimitabile


Ricetta torta di mele
Torta di mele

La classica di Nonna


Ricetta ciambellone soffice

Ricetta crostata alla marmellata
Crostata alla marmellata

Croccante e buonissima


Ricetta torta magica
Torta magica

Magicamente buona


Ricetta torta paradiso
Torta paradiso

Torta più soffice non esiste


Ricetta torta pan di stelle
Torta pan di stelle

Un nuovo classico


Ricetta torta pan di stelle

Ricetta torta margherita
Torta margherita

Profumata e soffice


Ricetta Tiramisù al caffè
Tiramisù classico

Il classico al caffè