Castagnole di Carnevale

di in Dolci di Carnevale

Le castagnole sono uno dei dolci più tipici del Carnevale, molto apprezzato nelle sue diverse varianti.

Anche dette favette, le castagnole di Carnevale sono un dolce molto diffuso soprattutto nelle regioni centrali d’Italia (Marche, Umbria e Lazio), mentre al sud è più comune trovare gli struffoli, che ne richiamano in parte forma e ingredienti.

La ricetta presentata di seguito è quella originale, semplicissima da realizzare in casa, ma potete provare anche le castagnole alla ricotta o le pesche dolci, altrimenti dette peschine.

Ingredienti

  • 370 g di farina
  • 80 g di zucchero
  • 3 uova
  • 60 g di burro
  • 1 cucchiaino da caffè di lievito vanigliato
  • 1 limone grattugiato
  • zucchero a velo
  • sale
  • olio per frittura
  • Tempo Preparazione:
    30 Minuti
  • Tempo Cottura:
    3 Minuti
  • Dosi:
    40 castagnole
  • Difficoltà:
    Facile
  • Calorie:
    250

Videoricetta

Come preparare facilmente le castagnole di Carnevale

Iniziate a preparare le castagnole facendo ammorbidire il burro in una terrina, incorporate lo zucchero e poi le uova, una alla volta. Aspettate che si amalgami bene l’uovo prima di passare al successivo.

Mescolate e unite anche la buccia grattugiata del limone, un pizzico di sale e tanta farina quanto basta ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Alla fine aggiungete il lievito setacciato.

Staccate con le mani dall’impasto dei piccoli pezzetti e formateci delle palline. Friggete in abbondante olio bollente fino a che non assumono un bel colore dorato.

Toglietele dall’olio con l’aiuto di una schiumarola e mettetele ad asciugare su carta assorbente.

Prima di servirle, spolveratele con zucchero a velo o con quello semolato. In molte regioni è comune accompagnarle con una ciotolina di cioccolato fondente nel quale intingerle mano mano che si mangiano.

Ricetta castagnole Carnevale

Castagnole di Carnevale: gusto e tradizione sulla tavola delle feste

 


E’ uscito il libro di Ricette della Nonna

500 tra le ricette più belle di Nonna da conservare finalmente nella tua libreria. Lo potete trovare in libreria e nei maggiori portali di ecommerce in formato elettronico oppure in copertina rigida.

Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

Salve
Con queste dosi più o meno quante palline vengono??
Grazie

2

ho provato tante volte a farle, ma non sono mai venute perchè sbaglio sempre la cottura, si bruciano fuori e restano crude dentro.. 🙁 esiste un trucco da usare per cuocerle bene per chi è impedito in cucina? grazie

3

Per evitare di bruciarle, fiamma al minimo e quando l'olio è ben caldo cuocerle. Fiamma al minimo, se alzi la fiamma é normale che fuori bruciano e dentro restano crude!

4

Se volessi provarle al forno, quale temperatura devo utilizzare? Forno statico o ventilato? Grazie 🙂

5

Immagino che si debbano mangiare appena fatte per gustarle al meglio ma avrei bisogno di sapere come portarle il giorno dopo sul lavoro,come posso fare per conservarle e preservarle?

6
Ricette della Nonna

Ciao Serena,
disponile (preferibilmente fredde) su un vassoio per i dolci e coprile con della carta per alimenti. In questo modo le potrai offrire ad amici e colleghi in tutto il loro sapore 😉

7

Salve Mi è avanzata un pochino di pasta frolla da una crostata di castagne che Ho appena fatto aggiungendo un pochino di lievito , cosa che nella pasta frolla non ho messo, potrei ricavarne delle Castagnole? Grazie

8
Ricette della Nonna

Ciao Cinzia, aggiungere il lievito così "a crudo" non ti aiuterebbe ad ottenere delle buone castagnole. Utilizza l'impasto rimasto per preparare dei biscottini a tema carnevalizio, come questi qui: https://www.ricettedellanonna.net/biscotti-di-carnevale/

Carica altri commenti