Graffe di Carnevale

di in Dolci di Carnevale

Le graffe sono soffici ciambelline fritte dolci, tipiche della cucina napoletana, il cui impasto è a base di farina e patate. Potete trovare la graffe ad ogni angolo di Napoli e in ogni periodo dell’anno, sebbene rimangano un dolce tipico del Carnevale, al pari di frappe, castagnole e chiacchiere.

Ingredienti

  • 300 gr di farina 00
  • 200 gr di patate
  • 70 gr di burro
  • 2 uova
  • latte q.b.
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 20 gr di lievito di birra
  • la buccia di 1 limone grattuggiato
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero semolato o a velo per la copertura
Guarda altre ricette con: burro, farina, patate
  • Tempo Preparazione:
    30 Minuti
  • Tempo Cottura:
    3 Minuti
  • Tempo Riposo:
    2 ore per la lievitazione
  • Dosi:
    50 frittelle
  • Difficolta:
    Impegnativa

Preparazione

Mettete a bollire le patate con tutta la buccia. Se utilizzate la pentola a pressione ci vorranno circa 10 minuti dopo il fischio, altrimenti una 40 di minuti facendole bollire normalmente. Scolatele, spellatele e passatele allo schiacciapatate un paio di volte.

Disponete la farina a fontana su una spianatoia. Aprite le uova all’interno della fontana, quindi mettete il burro a pezzetti, le patate schiacciate ancora tiepide, lo zucchero, il pizzico di sale e la buccia del limone grattugiata.

Cominciate ad impastare aiutandovi con una forchetta, rompendo le uova dentro la fontana e aggiungendo poca farina alla volta sempre dai lati della fontana. Quando l’impasto avrà cominciato ad assumere consistenza, aggiungete il lievito di birra, sciolto in due dita di latte tiepido. Impastate il tutto, fino a quando l’impasto non risulterà liscio e omogeneo. Qualora dovesse essere ancora bagnato aggiungete un pò di farina, al contrario se dovesse essere troppo secco aiutatevi aggiungendo del latte.

graffe frittelle carnevale

graffe frittelle carnevale

graffe frittelle carnevale

graffe frittelle carnevale

Formate una palla con l’impasto e ponetelo a lievitare in una ciotola in un luogo caldo, coprendolo con un panno e lasciatelo lievitare finchè non raddoppierà di volume. Ci vorrà più o meno un’oretta.

Passata la fase di lievitazione, staccate una pallina dall’impasto, rotolatela sulla spianatoia infarinata fino a formare una strisciolina di circa un 1,5 cm di spessore. Tagliatela ad una lunghezza di circa 10/12 cm e ricongiungete le due estremità a formare una ciambella (la graffa). Adagiatela su una teglia foderata di carta da forno. Fate attenzione a non farle troppo piccole perchè lievitando il buchino della ciambella potrebbe scomparire!

graffe frittelle carnevale

Continuate a formare le graffe con l’impasto rimanente e a depositarle sulla carta forno. Copritele con un canovaccio e lasciate lievitare finchè non raddoppieranno di volume. Più o meno un’altra ora.

Friggete le graffe in abbondante olio di arachide o di oliva alla temperatura di 180°. Giratele una volta per farle cuocere da entrambe i lati e fino a fargli raggiungere una bella doratura.

graffe frittelle carnevale

Scolatele con l’aiuto di una schiumarola e fatele asciugare su carta assorbente. Quindi passatele nello zucchero semolato oppure cospargetele con dello zucchero a velo.

Potete speziare le vostre graffe aggiungendo della cannella allo zucchero semolato.

graffe frittelle carnevale


Aggiungi commento

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1
Michela Cammarata

come si usa dire ( cotte é mangiate ) le ho fatte ieri; buonissime. GRAZIE NONNA

2
Ricette della Nonna

grazie a te Michela

3
Francesco Molaro

,,,,però ho letto da qualche parte che , x cuocerle al forno ,gli ingredienti cambiano,ad esempio non ci vogliono le patate...voi cosa dite??

4
Ricette della Nonna

Ciao Francesco, senza patate non sono più graffe. 😉

5
Francesco Molaro

...invece di friggerle ,possono essere cotte direttamente in forno???fatemi sapere,grazie!!

6
Francesco Molaro

Ricette della Nonna ....comunque ho letto che per la cottura in forno ,la ricetta cambia....ad esempio non bisogna usare le patate negli ingredienti...

7
Ricette della Nonna

Ciao Francesco, si possono essere cotte in forno.

8
Francesco Peretto

Ciao, un'informazione: tutti questi dolci di carnevale quanto durano una volta fritti? Come si conservano per fargli mantenere il croccante e che non siano stopposi?

9
Ricette della Nonna

Dipende di cosa parliamo. Le graffe ad esempio devono essere mangiate subito altrimenti perdono la loro sofficità. Le chiacchiere invece se conservate in un recipiente chiuso si conservano tranquillamente per 3/4 giorni.

10

Cara Mau Ste, si possono fare anche usando farina per dolci senza glutine. Io ho già provato le zeppole e frittelle con faina e patate e sono riuscite benissimo, addiritura si possono farcire con la crema. Per le graffe, la difficoltà potrebbe essere formarle e fare venire il buco, ma si possono sempre friggere a cucchiaiate e il sapore è lo stesso.

Carica altri commenti