Spaghetti alla carbonara

di in Primi Piatti

La ricetta originale della pasta alla carbonara

Gli spaghetti alla carbonara sono una delle ricette romane più conosciute. Ricca e saporita, la tradizione vuole che si utilizzino gli spaghetti o ancora meglio i classici rigatoni che raccolgono meglio il condimento.

D’obbligo è, sempre secondo la ricetta originale, l’utilizzo del guanciale che è differente dalla classica pancetta perché è un taglio diverso del maiale (pancia e guancia) e soprattutto per la lavorazione, che ne determina una differenza di gusto notevole.

Ingredienti

  • 400 gr di spaghetti
  • 4 uova
  • 150 gr di guanciale
  • 100 gr di pecorino romano
  • olio extravergine d'oliva qb
  • pepe qb
  • sale qb
  • Tempo Preparazione:
    20 minuti
  • Tempo Cottura:
    12 Minuti
  • Dosi:
    4 Persone
  • Difficolta:
    Facile

Come fare la pasta alla carbonara

  1. Riducete a striscioline il guanciale e mettetelo a soffriggere in una padella con un po’ d’olio. Potreste anche evitare di mettere l’olio e far rosolare il guanciale solo nel suo grasso.

  2. In una terrina grande a parte sbattete le uova aggiungendo il pecorino romano grattugiato.

  3. Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata e scolateli al dente direttamente nella padella con il guanciale. Fateli saltare giusto un minuto, quindi versateli nella ciotola con le uova e il pecorino romano grattugiato.

  4. Mescolate gli spaghetti nella ciotola con vivacità in modo che le uova si cuociano al punto tale da formare una bella crema.

Consigli per ottenere una pasta cremosa

Il segreto per ottenere un piatto di spaghetti alla carbonara cremosi sarà quello di far cuocere le uova quel tanto e non più, che al contrario li trasformerebbe negli spaghetti con la frittata. Siate bravi a capire quando l’uovo avrà raggiunto il giusto punto di cottura e siate pronti a servire gli spaghetti alla carbonara subito con una generosa grattata di pepe nero e un’altra spolverata di pecorino.

Dove gustare la miglior pasta alla carbonara a Roma

Se poi vi trovate a passare da Roma e volete provare la vera pasta alla carbonara non vi rimane che scegliere tra i 5 migliori ristoranti dove gustare la carbonara.

Foto spaghetti alla carbonara

La pasta alla carbonara è uno dei primi piatti più famosi della cucina romana insieme agli spaghetti cacio e pepe e ai bucatini all’amatriciana.


Aggiungi commento

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

Per quanto riguarda l'uovo, preciso che la ricetta originale prevede SOLO l'utilizzo del tuorlo. Io, che cucino gli spaghetti con il metodo della risottatura, una volta che questi sono al dente, gli verso il tuorlo d'uovo (già sbattuto con pecorino romano, sale e pepe (di molto pepe 😉 ) direttamente nel tegame, tenendolo sulla fiamma bassissima e versando un po di acqua di cottura quanto basta per ammorbidire e rendere il tutto della consistenza desiderata.

Il calore della pasta e quello dell'acqua di cottura faranno cuocere l'uovo al punto giusto per il breve tempo che servirà (ad occhio si nota palesemente) mentre con la paletta in legno mescolo il tutto, rabboccando ancora del pecorino romano grattuggiato.

La carbonara, in realtà non è che l'ulteriore evoluzione della "Grigia", identica in tutto ma senza l'uovo. Inoltre, se come ingrediente aggiungessimo del pomodoro pelato al posto del suddetto uovo, otterremo una buona matriciana, tenedo opportunamente in conto il procedimento che consenta al pomodoro di cuocersi.

Se non fossero nella nostra disponibilità, uovo o pomodoro.... ecco che otterremmo una splendida cacio e pepe.

Ragazzi/e che fame che mi è venuta!!!!

A presto!

Nicola

2
Maria Larobina

Anch'io li faccio così

3
Elisa Maestrini

provo

4

Qualche precisazione ... si dovrebbe usare il guanciale e non la pancetta. quando il grasso del guanciale diventa trasparente si dovrebbe spegnere il fuoco. Il pecorino deve essere Pecorino Romano (più salato) ed io consiglio di non mischiarlo nell'uovo ma di aggiungerlo durante la mantecatura. Mantecare evitando di far cuocere troppo l'uovo, altrimenti diventa una frittata di spaghetti. Io manteco nella padella del guanciale a fuoco bassissimo, ci vuole attenzione ma rimettendolo nella pentola della pasta senza riaccendere il fuoco a volte rimane troppo scivolosa. Buon appetito!