Casatiello napoletano

di in Ricette della Campania

Il casatiello è una torta rustica napoletana, preparata tradizionalmente nel periodo di Pasqua. All’impasto, simile a quello del pane, vengono aggiunti formaggi e salumi. Il casatiello viene poi decorato con delle uova disposte a cerchio sulla torta in modo da raffigurare la corona di spine di Gesù crocifisso.

Ingredienti

  • 500 gr di farina
  • 50 gr di strutto
  • 200 gr di provolone
  • 200 gr di salame tipo Napoli
  • 100 gr di pecorino grattugiato
  • 25 gr di lievito di birra
  • 100 ml di latte
  • acqua qb
  • sale qb
  • pepe qb
  • 5 uova come decorazione
  • Tempo Preparazione:
    30 Minuti
  • Tempo Cottura:
    50 Minuti
  • Tempo Riposo:
    2 ore
  • Dosi:
    un casatiello da 10 persone
  • Difficoltà:
    Impegnativa
  • Calorie:
    450

Procedimento

  1. Fate sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido.

    Disponete la farina a fontana e aggiungete al centro il lievito sciolto nel latte, lo strutto, il sale, il pepe e l’acqua per l’impasto (circa un bicchiere).

  2. Preparazione Casatiello napoletano

    Lavorate l’impasto fino ad ottenere una pasta morbida. Copritela e lasciatela lievitare per circa due ore in un luogo caldo.

    Quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume toglietene una pallina e mettetela da parte. Vi servirà per fissare le uova in fase di decorazione. Stendete nel frattempo l’impasto dandogli una forma rettangolare.

    Ricoprite la sfoglia stesa con il salame e il formaggio a dadini. Spolverate con il pecorino e arrotolate la pasta nel senso della lunghezza dandogli la forma di un salame.

    Disponetela quindi in uno stampo da ciambellone ben oliato unendo le due estremità. Coprite nuovamente con un panno e fate lievitare altre 2 ore.

  3. Preparazione Casatiello napoletano

    A questo punto dopo aver pulito bene le uova (aiutatevi con uno spazzolino) disponetele sulla superficie del casatiello e fissatele ognuna con due striscette di pasta a croce.

    Cuocete in forno preriscaldato a 180 °C per circa 50 minuti.

Varianti al casatiello classico

Se volete un casatiello più light potete utilizzare l’olio extravergine di oliva al posto dello strutto e sostituire il provolone con emmental o caciocavallo.

Il consiglio della Nonna

Dopo che avrete aggiunto il ripieno alla pasta, la lievitazione sarà più lenta. Conviene prepararlo la sera prima in modo da lasciarlo lievitare tutta al notte prima di cuocerlo.

Casatiello napoletano ricetta e foto


Aggiungi commento

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

Se a posto dello strutto utilizzo l'olio, in quale quantità???? Grazie

Autore2
Alessandra Rossi

Il 20% in meno

Autore3
Alessandra Rossi

ciao Nicola, per ogni cosa ci sono mille varianti, come erano mille le nonne che le facevano in casa. Non troverai mai UNA ricetta ma tante varianti di una ricetta di base

4

anche io dico da buona napoletana che il segreto è la lievitazione

Autore5
Alessandra Rossi

😉

6

Ciao, lo dico da napoletana, l'impasto va lievitato 24 ore, poi una volta farcito va lievitato fino al raggiungimento del bordo , in più x una maggiore elasticità si usa il lievito madre, e posso garantirti che il risultato è eccezionale!

7
Ricette della Nonna

Ciao Rosaria, ti ringraziamo per aver condiviso con noi il tuo metodo che proveremo senz'altro.

8
Rosaria Martino

La ricetta e completamente sbagliata, sia x il tipo di lievito e addirittura la lievitazione!

9
Ricette della Nonna

Ciao Rosaria, davvero? E' perchè mai, potrebbe esserlo la tua. Facci sapere com'è la tua versione, che è diverso dal dire che la nostra è sbagliata.

10
Nicola da Firenze , napoletano Doc.

io non commento ma vorrei l'esatta ricetta tutto qui , ne ho lette di ricette ma tutte sono diverse fra l'una e l'altra , quale sarà quella giusta ? comunque i casatielli sono buonissimi anche con ricette diverse fra loro ,

11
Maria Rosaria

Appunto. Tante ricette, perchè non esiste "il vero casatiello". Ogni famiglia aveva il suo "segreto", e ogni casatiello il suo gusto inconfondibile. Facendolo tante volte si impara quale dose, farcitura, tempo di lievitazione è per noi il migliore. Buon appetito

Autore12
Alessandra Rossi

Anche a te

Carica altri commenti