Pastiera napoletana

di in Dolci di Pasqua

La pastiera napoletana è uno dei dolci tipici della tradizione, che si prepara abitualmente in occasione della Santa Pasqua.

La ricetta è originaria della Campania, ma è ormai abbastanza comune trovarla in tutta Italia, nei pranzi e nelle colazioni pasquali affiancata alla tradizionale colomba pasquale o al casatiello dolce rustico sempre di origine partenopea.

Ingredienti

per il ripieno

  • 600 gr di ricotta di pecora
  • 500 gr di zucchero
  • 6 uova
  • 600 gr di grano cotto
  • 4 scorza di limone non trattato
  • 4 ml di acqua di fiori d'arancio (2 fialette)
  • 1 gr di vanillina (2 bustine)
  • 200 gr di canditi misti
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 30 gr di burro
  • 400 ml di latte
  • 30 ml di limoncello o di Strega

per la pasta frolla

  • 600 gr di farina
  • 6 tuorli d'uovo
  • 300 gr di burro
  • 300 gr di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • Tempo Preparazione:
    60 Minuti
  • Tempo Cottura:
    60 Minuti
  • Dosi:
    1 pastiera da 28 cm + 1 pastiera da 22 cm
  • Difficolta:
    Impegnativa
  • Calorie:
    502

Procedimento

Formate una fontana con la farina e metteteci nel centro lo zucchero, il burro a fiocchetti ammorbidito, il pizzico di sale e il primo tuorlo. Cominciate ad impastare, unendo i tuorli uno alla volta fino a che non si assorbono per bene al composto.

Impastate solo per il tempo necessario ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Formate una palla con la pasta frolla e mettetela a riposare per almeno 30 minuti in frigorifero coperta con della pellicola trasparente.

Fate cuocere il grano nel latte a fuoco basso, aggiungendo 30 grammi di burro, le quattro scorze di limone e un cucchiaino di zucchero. Quando il composto diventa cremoso, spegnete sotto il fuoco e lasciate raffreddare.

Amalgamate bene la ricotta, passata prima al setaccio, con lo zucchero. Aggiungete sempre mescolando, i 6 tuorli d’uovo uno alla volta. Tenete le chiare da parte e montatele a neve ferma, vi serviranno dopo. Quindi unite l’acqua di fiori d’arancio, la cannella, la vanillina, il liquore e infine i canditi di zucca e di cedro fatti a cubetti piccoli.

Proseguite aggiungendo tutto il grano ormai freddo, avendolo prima privato delle scorze di limone e in ultimo gli albumi montati a neve. Mescolate fino a rendere l’impasto cremoso e omogeneo.

Riprendete la frolla dal frigo e dividetela mettendone da parte un terzo. Stendete la parte più grande con il mattarello ad un’altezza di circa mezzo centimetro cercando di formare un disco più o meno regolare. Per non utilizzare altra farina mentre la stendete potete aiutarvi con due fogli di carta forno e passarci sopra il mattarello per spianarla.

Imburrate una teglia da forno circolare da 28 cm e rivestitela con il disco di pasta frolla togliendo i bordi che dovessero eccedere la teglia. La tradizione vuole che la pastiera sia alta 5/6 cm, questo serve a conservarne la fragranza, quindi regolatevi con una teglia di questa altezza.

Aggiungete gli scarti di pasta a quella messa da parte in precedenza e stendetela nuovamente. Questa volta formate un rettangolo e ricavatene tante striscioline larghe circa 2 cm tagliandole con la rotella tagliapasta dentellata.

Versate il contenuto di ricotta e grano nella teglia rivestita di pasta frolla e livellate con la lama di un coltello. Non riempitela fino in cima, ma lasciate un dito tra il bordo e il ripieno. Completate incrociando sulla superficie le striscioline di pasta appena create mantenendo una distanza di 3 cm l’una dall’altra.

pastiera napoletana pasqua

pastiera napoletana pasqua

pastiera napoletana pasqua

pastiera napoletana pasqua

Cuocete la pastiera in forno preriscaldato a 180 °C per 1 ora e 20 circa. Se avete preparato la pastiera più bassa dei 5/6 cm consigliati, tenetela in forno per 45 minuti. Non vi preoccupate se la pastiera si dovesse gonfiare durante la cottura, è abbastanza normale. Si sgonfierà durante il raffreddamento.

Spolverate la superficie della pastiera con lo zucchero a velo prima di servirla.

Le dosi di questa ricetta sono proporzionate su un barattolo di grano cotto da 600 gr in modo da non doverlo conservare. Con queste dosi si ottengono due pastiere, una da 28 cm e l’altra da 22 cm di diametro. Una per voi e una da regalare 😉

Foto Pastiera Napoletana


Aggiungi commento

Devi effettuare il login per inserire un commento.
1

Ciao Nonna,

Il grano di trigo é duro, troppo duro, non so se il tipo di trigo non é buono o che passa ma non so como fare per un trigo morbido.

Mi aiuta?

2

Carmen sei spagnola? Il trigo non so se va bene. Ti consiglio di comprare i barattoli di grano gia cotto su amazon.it .ciao.

3
Alessandra Rossi

Ciao, scusami ma Nonna non ha capito bene. Che intendi per frigo non morbido?

4
Cristina Giudice

Salve, volevo sapere se il latte ci vuole intero o parzialmente scremato. Grazie e auguri!!!

5
Alessandra Rossi

Intero

6

Ciao Nonna

Se compro il grano cotto di quello che si trova nei barattoli questo passaggio è necessario?

''Fate cuocere il grano nel latte a fuoco basso, aggiungendo 30 grammi di burro, le quattro scorze di limone e un cucchiaino di zucchero. Quando il composto diventa cremoso, spegnete sotto il fuoco e lasciate raffreddare

7
Alessandra Rossi

Si puoi ometterlo

8

Nonna buongiorno,

con queste dosi posso fare 2 pastiere dal diametro di 24 cm?

Grazie

9
Alessandra Rossi

Certo

10

Ciao Nonna,

posso dimezzare le dosi per fare solo una pastiera? Se sì, da quanti cm mi serve la teglia?

Grazie,

Rossella

11
Alessandra Rossi

Si puoi dimezzare e avere una pastiera da 24 cm

Carica altri commenti