Come preparare lo spezzatino con piselli

di in Come fare

Lo spezzatino con piselli è una ricetta che tutti noi associamo al clima casalingo: una domenica di inverno, il camino acceso e la famiglia riunita intorno alla tavola del pranzo. La pasta fatta in casa, il pane caldo e lui, l’immancabile secondo preparato dalla mamma o dalla nonna.

Sembra un piatto facile, e apparentemente lo è, perché non richiede una preparazione particolarmente impegnativa. Ci sono però molte scuole di pensiero sullo spezzatino con i piselli: pentola a pressione o tegame classico, pomodoro o non pomodoro, vino bianco o vino rosso.

In ogni caso, la base di partenza è uguale per tutte le versioni: piselli (possibilmente freschi, ma anche surgelati andranno benissimo), spezzatino di vitello e il classico soffritto di carote, cipolle e sedano.

Spezzatino con piselli: la ricetta tradizionale

Quando si prepara con lo spezzatino con piselli si deve partire sempre dal soffritto. Una volta tritata cipolla, sedano e carota si lasciano imbiondire in un tegame abbastanza capiente, nel quale andrà fatto scaldare dell’olio extravergine d’oliva.

La carne di vitello, già ridotta in pezzi abbastanza uniformi (2-3 centimetri circa) va infarinata e posta subito in cottura. La si lascia dorare per qualche minuto, e si sfuma con il vino; proprio nella scelta del vino c’è più diatriba, perché in molti preferiscono il rosso, più corposo, mentre altri puntano al bianco per mantenere il piatto più delicato.

Il consiglio, in questo caso, è di scegliere a seconda del proprio gusto, abbinando di conseguenza il vino che si andrà a servire a tavola insieme allo spezzatino con i piselli.

Una volta che il vino si sarà ridotto, andrà aggiunto il brodo vegetale, il sale e il pepe (ma potete anche scegliere di usare la paprika o la curcuma, per dare un sapore più speziato al piatto).

Il tutto va fatto cuocere a fuoco medio per 20 minuti nella pentola a pressione, mentre in un tegame tradizionale la cottura è circa doppia, 40-45 minuti in tutto.

Si mescola il tutto circa a metà cottura e, se il brodo si è ritirato eccessivamente, si può addizionare con dell’altro o anche semplicemente con un po’ di acqua calda.

Lo spezzatino con piselli si può consumare sia caldo che tiepido, a seconda dei propri gusti. Se ne è avanzato un po’, può essere conservato in frigorifero fino a 3 giorni, non di più.

come preparare lo spezzatino con piselli

Spezzatino con piselli: varianti e abbinamenti

Lo spezzatino con piselli è un piatto unico, che unisce secondo e contorno. Se volete renderlo ancor più completo e goloso, però, ci sono alcuni abbinamenti utili che lo renderanno il piatto centrale di un pasto golosissimo.

In molti usano il riso pilaf, che si può servire affianco allo spezzatino, del quale assorbirà il sughetto di cottura; gustoso anche l’abbinamento con la polenta, che assolve allo stesso compito e lo fa in maniera ancor più apprezzabile al palato.

Nello spezzatino con il pomodoro si utilizza la passata o i pelati, che vanno aggiunti in cottura insieme al brodo e al vino, in modo da dare al piatto un colore più intenso e un sapore corposo, magari prevedendo l’uso di peperoncino fresco.

Non è obbligatorio usare la carne di vitello: a scelta si può variare tra manzo, tacchino, pollo e maiale, a seconda anche del gusto personale. I vegani, invece, troveranno altrettanto piacevole lo spezzatino di tofu e piselli, magari da abbinare ad altre verdure saltate in padella con il curry, per un piatto dai profumi tipicamente orientali.